mercoledì 23 ottobre 2019

A Gh Palermo nulla, niente!

[Ritengo gli uomini capaci di tutto; per questo non mi sono sposata. Jutta Heine] Appresa la notizia che Gesap e sindacati avevano chiuso il contratto integrativo (premio produzione) i dipendenti della Gh (azienda di handling partecipata da Gesap al 20%) si sono indignati, un bel gruppo addirittura si sarebbe anche cancellato dal sindacato. I più arrabbiati sono i famosi 100 ex Gesap passati con Gh nel 2005, che dicono sempre che loro sono tutelati. Quando capiranno che non è così? Sarà troppo tardi! Ma è bene ricordare che gli integrativi si possono creare e applicare solo quando l’azienda porta in bilancio utili, più utili realizza più alto può essere il premio. Gh nel 2018 ha avuto utili per 15.000 euro. Il risultato d’esercizio 2017 riporta un utile di 77.470 Milan euro. Cifre irrisorie per parlare di integrativo, probabilmente i sindacati punteranno a un più corposo buono pasto. Di sicuro la Gh Palermo ha comunicato  ai propri dipendenti che dovranno pagare il parcheggio. Il sei novembre partirà la trattativa per l’integrativo in Gh. Certo moralmente non ha senso che chi metaforicamente si annaca debba prendere un premio, mentre chi si spacca la schiena (pioggia, caldo, vento ... ros, coordinatori che ti scassano i cabasisi) non debba avere nulla. Importante è fare partire i voli in orario, perlomeno provarci. Un apt cresce se aumentano i passeggeri gestiti dagli handlers, dunque sarebbe il caso di ripensare, rivedere la politica dei premi produzione. Un gestore senza handling è una entità astratta. La Gesap ha stanziato una somma, una tantum e irripetibile, pari ad € 250.000, a valere per l’anno 2018, da destinare a iniziative di welfare aziendale. In buona sostanza si traduce nel l’attribuzione di opere, servizi o, in taluni casi, somme sostitutive (benefit). 850 € a lavoratore a tempo pieno riproporzionando per i lavoratori a tempo parziale. Ai primi 70 lavoratori tra impiegati e operai con maggiore presenza un importo ulteriore di 390 €. Sono esclusi i dirigenti. Poco importa se l’aeroporto in estate ha problemi di black aut energetici, che l’aria condizionata spesso è guasta, che quando piove è un problema anche per chi sta al bhs ... importante è premiare per i risultati raggiunti. Dopo la Gh Palermo si parlerà di integrativo anche in Aviapartner. A essere onesti l’anno scorso l’azienda ha dato ai propri dipendenti 20/16 buoni pasto da 10€. Inoltre un pacco natalizio abbondante, quest’anno dovrebbe essere confermato tutto, con l’aggiunta che, dopo l’ultima trattativa sindacale, l’azienda ha offerto un cena. Dobbiamo dare atto che l’attuale capo scalo ha fatto più del dovuto, se consideriamo che Punta Raisi per Aviapartner resta uno scalo stagionale. Non è stata aperta nemmeno la cig. Tutto questo senza l’intervento del sindacato. Certo poi il capo scalo di Aviapartner si innamora delle sue idee, e le donne credono in quello che fanno: tanto è vero che i turni di donMariano sono indiscutibili. Che poldo è un buon capoturno, che nove ros è il numero esatto per un handling stagionale. Ma è risaputo che le donne hanno sempre ragione. 

Nessun commento:

Posta un commento