giovedì 2 agosto 2018

Gdf visita Mediolanum

[Non si può pulire la gemma senza smeriglio, né perfezionare l'uomo senza metterlo alla prova. Proverbio cinese] La Guardia di Finanza di Milano ha notificato a Mediolanum International Funds Limited, controllata in Irlanda di Mediolanum, un verbale di constatazione in cui gli  viene contestata la residenza in Italia relativa agli anni 2010-2016. Le potenziali imposte oggetto di contestazione - al netto delle imposte già versate in Irlanda - ammontano a circa 544 milioni di euro. Il Gruppo ha già preso contatti con le autorità per fornire tutti i chiarimenti necessari per la chiusura della vicenda. Mediolanum precisa poi che "la posizione fiscale di Mediolanum International Funds Limited e i rapporti con le società italiane del gruppo è già stata prima d'ora oggetto di una specifica verifica che ha escluso problemi di residenza fiscale in Italia, limitandosi a rettifiche di natura valutativa concluse nel 2015 con un accordo transattivo e con l'archiviazione in sede penale". Banca Mediolanum ha chiuso i primi 6 mesi dell'anno con un utile netto in calo dell'11% a 175,3 milioni, un calo - viene spiegato - dovuto a poste straordinarie registrate nel primo semestre del 2017, come la cessione di Banca Esperia, oltre che da mercati finanziari che "avevano condizionato positivamente i titoli valutati a fair value". In crescita del 5% le masse totali, salite a 76,16 miliardi, mentre il Cet1 si è attestato al 16,2%, con un valore pro-forma del 19,8%.

Nessun commento:

Posta un commento