domenica 1 luglio 2018

S. Aronne

Fratello maggiore di Mosè, nato nel 172 a.C., Aronne è consacrato dallo stesso Mosè, primo sommo sacerdote insieme ai suoi figli. Muore a Cades, sul monte Hor, dopo essere stato spogliato da Mosè delle insegne sacerdotali, rivestendone il figlio Eleazaro. Il suo popolo lo pianse per trenta giorni giudicandolo grande e simile a Mosè. E’ collaboratore privilegiato di Mosè nel ricondurre il popolo ebraico nella Terra Promessa, dopo la liberazione dall'Egitto. Ad ottantatrè anni si presenta davanti al faraone, con il fratello, producendo i prodigi delle prime tre piaghe, come ci vengono descritte dalla Bibbia. Rimane a capo del popolo ebraico durante la permanenza di Mosè sul monte Sinai. In quel periodo ha la debolezza di farsi una immagine di Dio (un vitello d'oro secondo la terminologia semitica), per volontà del suo popolo. Viene però risparmiato dall'ira divina per intercessione di Mosè. Come Mosè, dubita della possibilità dell'intervento divino di far scaturire l'acqua dalla roccia e per tale ragione non metterà mai piede nella terra di Canaan. Nonostante sia fragile e peccatore, Aronne rappresenta un modello di collaborazione dell'uomo con Dio.  Altri santi: S. Ester, S. Giulio, S. Simeone, S. Teodorico. 

Nessun commento:

Posta un commento