martedì 26 giugno 2018

William in Israele

[Se i malviventi non fossero sterminati ogni tanto il mondo diverrebbe ancor più duro per coloro che sognano inermi in quanto il mondo è pieno di insidie per l'uomo sincero. Anonimo] Un velivolo dell'aviazione israeliana ha sparato oggi in direzione di un gruppo di palestinesi che dal nord della striscia di Gaza lanciavano verso Israele palloni con cariche esplosive. Lo ha riferito il portavoce militare. Il velivolo ha anche aperto il fuoco verso una torretta di avvistamento utilizzata dai lanciatori di palloni e di aquiloni incendiari. Finora non si ha notizia di vittime. Anche oggi gli aquiloni palestinesi hanno attizzato diversi incendi nel Neghev occidentale, in particolare nella zona agricola vicina alla linea di demarcazione con Gaza. Gli abitanti della zona, aiutati da vigili del fuoco, cercano di contenere i danni. "Profondamente emozionante". Così il principe William ha descritto sul libro di onore di Yad Vashem la visita compiuta oggi al Memoriale della Shoah di Gerusalemme da dove è cominciata la parte ufficiale del suo soggiorno in Israele e poi in Cisgiordania. "Non dobbiamo mai dimenticare la Shoah: l'uccisione di 6 milioni di uomini, donne e bambini solo perché erano ebrei. Tutti noi - ha scritto ancora il duca di Cambridge - abbiamo la responsabilità di ricordare e di insegnare alle future generazioni gli orrori del passato in modo che mai si ripetano". Dopo aver definito la Shoah "una storia di tenebra e disperazione che mette in discussione l'umanità stessa", William ha ricordato i Giusti tra le Nazioni che si prodigarono per salvare gli ebrei. "Sono onorato - ha detto - che la mia stessa bisnonna sia tra loro". Subito dopo Yad Vashem, William si è recato all'incontro con Benyamin Netanyahu e la moglie Sarah nella residenza ufficiale del primo ministro a Gerusalemme. Il principe William prosegue la sua visita in Giordania, prima di recarsi nel tardo pomeriggio in Israele. Secondo i media di Amman, il principe si è diretto stamani al sito archeologico di Jerash, d'epoca greco-romana, a nord della capitale giordana. Successivamente è atteso nella base militare giordana della Forza di reazione rapida, creata col sostegno dell'esercito britannico e dove regolarmente le forze giordane si addestrano con ufficiali di Londra. Da qui, il principe si recherà in visita alla sede locale di una organizzazione caritatevole governativa per il sostegno alle donne in regioni rurali. Prima di recarsi in serata in Israele, il principe William incontrerà studenti giordani e siriani dell'istituto al Quds per i media e la cinematografia, che offre formazione in partecipazione con l'Università londinese di Middlesex.

Nessun commento:

Posta un commento