giovedì 18 gennaio 2018

Shin Bet, Mossad salvano l’Europa

[Totò Riina ha passato molti anni al 41 bis. Ma continuavano a cercarlo al 41. spinoza.it] Israele ha impedito attacchi terroristici in Europa e tra questi alcuni che avrebbero coinvolto l'aviazione civile. Lo ha rivelato il premier Benyamin Netanyahu in un incontro con gli ambasciatori della Nato. "Attraverso i nostri servizi di intelligence - ha spiegato - abbiamo fornito informazioni che hanno fermato alcune dozzine di grandi attacchi terroristici, molti in paesi europei. Alcuni del tipo peggiore, mai sperimentati sul suolo europeo. E ancora peggio, perché coinvolgevano l'aviazione civile. Israele li ha impediti ed ha aiutato a salvare molte vite europee". Il dirigente di Hamas Mohammed Hamdane è rimasto gravemente ferito alle gambe in seguito all'esplosione della sua auto, nel sud del Libano. Noto anche come Abou Hamza, secondo la televisione di Hezbollah l'uomo era un responsabile della sicurezza ricercato da Israele. Oggi come il 2006? Sidone e i suoi oscuri precedenti. L'episodio si è verificato a Sidone, città a 40 km dalla capitale libanese, nel 2006 già teatro dell'assassinio di un responsabile palestinese della jihad islamica e di suo fratello, che Beirut aveva all'epoca ricondotto a Tel Aviv. Fatah parla di "azione a firma israeliana". Un portavoce di Fatah ha parlato di "azione a firma israeliana", mentre nel pomeriggio di domenica, Hamas non aveva ancora rilasciato alcun commento sull'accaduto. Fonti militari libanesi sostengono che a provocare l'esplosione sia stata una bomba collocata sotto l'auto di Hamdane. Al termine di un prolungato scontro a fuoco l'esercito israeliano ha ucciso la scorsa notte a Jenin (Cisgiordania) due palestinesi responsabili, secondo la versione ufficiale, della uccisione di un rabbino avvenuta una settimana fa. Uno di essi era figlio di un dirigente di Hamas. Lo riferisce la radio militare secondo cui altri membri della stessa cellula sono stati arrestati. Feriti due militari israeliani, uno dei quali versa in condizioni gravi.La radio militare ha precisato che nell'operazione un'unità di elite israeliana ha localizzato i ricercati in un edificio ed ha ingaggiato uno scontro a fuoco. Ma presto è stata circondata da centinaia di abitanti del rione che hanno scagliato contro i militari sassi ed altri oggetti. Di conseguenza altre unità dell'esercito hanno fatto ingresso a Jenin. L' operazione si è conclusa con la demolizione dell'edificio dove si nascondevano i ricercati palestinesi.






Nessun commento:

Posta un commento