sabato 1 luglio 2017

Tutti a casa di Paolo

[Nel futuro daremo le deleghe a governare a chi potremo controllare e dismettere in ogni momento. Gianroberto Casaleggio] Una cena alla "Casa di Paolo", nei locali di quella che un tempo era la farmacia Borsellino, al civico 57 di via della Vetriera, per contribuire alla raccolta fondi che finanzierà le manifestazioni del 19 luglio, per il venticinquesimo anniversario della strage di Via D'Amelio. L'iniziativa è organizzata dal gruppo Agende Rosse Paolo Borsellino di Palermo. "È la prima cena in assoluto che organizziamo nella Casa di Paolo - dice Rosanna Melilli, coordinatrice gruppo Agende Rosse Paolo Borsellino di Palermo  - inaugurata lo scorso anno, dove svolgiamo attività doposcuola per i bambini della Kalsa e altre iniziative. Cucineremo e serviremo noi gli ospiti, ci sarà anche una gara tra le due caponate realizzate dalla mamma di Claudio Domino e da Maurizio, nipote di Paolo Borsellino. Sarà il pubblico a decretare la più buona. In menù anche pasta con finocchietto selvatico e tonno e dolci a base di anguria". Il costo è di 15 euro a persona, i posti disponibili sono 50, al momento sono state raccolte 35 adesioni. I biglietti per partecipare alla cena sono disponibili al civico 57 di via della Vetriera, dalle 9,30 alle 13 e dalle 15 alle 18,30. Chiunque volesse, inoltre, può con un piccolo contributo finanziare la manifestazione collegandosi al seguente sito: https://buonacausa.org/cause/19luglio2017/donate?amount=5.

Nessun commento:

Posta un commento