domenica 2 luglio 2017

Trump contro la CNN

[Lu putiaru zocc’havi abbannia. Il negoziante, quello che ha decanta. Frase siciliana] Non si ferma la furia di Trump contro la CNN e il presidente degli Stati Uniti torna su Twitter per attaccare il network tv con un video e l'hashtag "FraudNewsCnn #FNN (#NotizieTruffaCnn). Nelle immagini si vede il tycoon che a margine di un ring mette Ko un uomo il cui volto viene coperto dal logo della CNN. Per realizzarlo pare siano state utilizzate immagini di repertorio risalenti al 2007 quando Trump - che in passato era comparso in uno show di wrestling - fece finta di mettere ko Vine McMahon, il Ceo della WWE (World Wrestling Entertainment, Inc) la società che gestisce il wrestling professionista in Usa. È la prima volta che Trump pubblica un video sul suo account Twitter (si tratta di un gif, un'immagine animata) mentre conia anche l'acronimo FNN, con evidente riferimento a 'Fraud News', ovvero notizie truffa.#FraudNewsCNN #FNN pic.twitter.com/WYUnHjjUjg
— Donald J. Trump (@realDonaldTrump) 2 luglio 2017 “è un giorno triste quando il presidente degli Stati Uniti incoraggia la violenza contro i reporter". E' la reazione della Cnn al video postato sul profilo twitter di Donald Trump. "Invece di prepararsi per il prossimo viaggio in Europa e l'incontro con Putin - continua la Cnn nella sua reazione - assume atteggiamenti infantili non all'altezza del suo ruolo. Noi continueremo a fare il nostro lavoro. Lui dovrebbe cominciare a fare il suo".  Donald Trump esulta e ritwitta il logo della Cnn modificato in Fnn (fake news network) dopo che tre giornalisti, tra cui il capo della nuova redazione inchieste, si sono dimessi dall’autorevole rete tv all news per un articolo sui legami tra gli alleati di Trump e la Russia, che è stato ritirato. Thomas Frank, che ha scritto il pezzo, Eric Lichtblau, caporedattore già vincitore del premio Pulitzer, e Lex Haris, che era il responsabile della redazione, hanno lasciato la Cnn. “A seguito del ritiro di un articolo pubblicato su CNN.com, CNN ha accettato le dimissioni dei dipendenti coinvolti nella pubblicazione del pezzo” ha detto un portavoce. Un’inchiesta interna della Cnn ha verificato che alcune procedure editoriali standard non sono state seguite durante la pubblicazione dell’articolo, che si basava su un’unica fonte anonima e affermava che il Congresso sta indagando su “un fondo d’investimento russo con collegamenti a funzionari di Trump”. In un incontro con la redazione, agli autori è stato detto che la storia in sè non era necessariamente sbagliata, ma “non era sufficientemente solida per essere pubblicata”. Venerdì, una delle persone citate nel pezzo, Anthony Scaramucci, fedelissimo di Trump, aveva contestato l’articolo, dicendo “non ho fatto nulla di male”. E venerdì sera, dopo che la Cnn aveva verificato che le procedure editoriali non erano state seguite, l’articolo è stato ritirato. La rete tv ha chiesto anche scusa a Scaramucci.

Nessun commento:

Posta un commento