sabato 8 luglio 2017

Nuove sanzioni contro Qatar

[Compi ogni azione come se fosse l'ultima della tua vita. Marco Aurelio] Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrein e l'Egitto starebbero per varare una serie di "nuove sanzioni" contro il Qatar dopo la risposta negativa consegnata da Doha tramite il Kuwait a questi quattro Paesi ad una lista di richieste che comprendono la chiusura della tv satellitare al Jazeera e della base militare turca a Doha oltre alla riduzione delle relazioni diplomatiche con l'Iran. Diversi media arabi pubblicano oggi le nuove misure. Tra questi anche la tv satellitare al Arabiya di proprietà saudita che anticipa sul suo sito online "le più rilevanti misure politiche ed economiche contro il Qatar" che starebbero per decidere i quattro Paesi boicottanti. Tra questi "ulteriori sanzioni economiche"; "un aut aut alla aziende internazionali che operano nel Golfo di fermare le loro attività nel Qatar e il ritiro delle licenze delle loro filiali" a Doha.  Tutte le alternative" esistenti per far pressione sul Qatar dopo che Doha ha respinto le 13 richieste dei quattro paesi arabi che lo boicottano, incluse molto probabilmente "sanzioni supplementari", saranno esaminate nella ministeriale esteri al Cairo. Lo ha previsto una fonte araba nella capitale egiziana. La riunione a quattro dei capi delle diplomazie di Arabia Saudita, Egitto, Emirati arabi uniti e Bahrain che si terrà al ministero degli Esteri egiziano "esaminerà tutte le alternative per far pressione sul Qatar dopo che ha rifiutato la lista di '13 esigenze' presentate dai quattro paesi", ha detto la fonte. "Imporre sanzioni supplementari contro il Qatar è divenuta l'opzione più probabile se" il Qatar "continua ad essere intransigente e a rifiutarsi di rispondere alle esigenze dei quattro paesi", ha detto ancora la fonte. "La riunione, ha premesso, "esaminerà la situazione nella sua interezza a livello regionale e internazionale, in particolare alla luce del fatto che la Germania svolge il ruolo di mediatore in questa crisi, e del tour del ministro degli Affari esteri Sigmar Gabriel a questo riguardo". "Si profilano appelli a sospenderlo nel Consiglio di cooperazione del Golfo e dalla Lega araba", ha aggiunto la fonte riferendosi al Qatar "considerato fonte di guai" a causa del "suo sostegno a gruppi terroristici".

1 commento:

  1. Le autorità egiziane del canale di Suez hanno vietato alle navi del Qatar di attraccare nei porti del canale perché si trovano dentro "le acque territoriali" dell'Egitto, Paese arabo che assieme ad Arabia saudita, Emirati Arabi Uniti e Bahrein boicottano Doha dopo aver rotto le loro relazioni diplomatiche con il Paese del Golfo lo scorso 5 giugno. Lo ha riferito la tv satellitare saudita al Arabiya. In un comunicato le autorità del canale hanno precisato tuttavia che la misura presa "non avrà effetti sul passaggio delle navi qatariote nelle acque internazionali".

    RispondiElimina