lunedì 31 luglio 2017

Gulem fiducioso

[Prima ti manciu, dipoi ti chianciu. Prima ti mangio, poi ti piango. Frase popolare siciliana] Un aereo dell’AtlasGlobal Airlines ha dovuto effettuare un atterraggio d’emergenza giovedì allo scalo Ataturk di Istanbul dopo essere stato colpito da grandine durante una tempesta. Danni importanti sono visibili sulla parte anteriore dell’apparecchio, decollato da Cipro, causati chicchi di grandine grandi come palline da golf. Gli stessi che hanno colpito la città sul Bosforo nelle ultime ore, durante la devastante tempesta. Recep Tayyp Erdogan sta pensando seriamente di dare la colpa della tempesta a Fethullah Gülen, nemico del califfo turco. Dopo tutto i chicchi di grandine sono una prova inconfutabile al contrario della farsa del cosiddetto golpe di un anno fa.  Il  predicatore turco Fethullah Gülen – residente negli Stati Uniti e indicato da Ankara come il cervello del fallito colpo di stato dello scorso 15 luglio contro il presidente turco Recep Tayyp Erdogan – ha dichiarato di non temere la sua estradizione verso la Turchia. In un’intervista alla rete televisiva France 24, Gulen ha detto: “Non prendo sul serio questa minaccia, perché quale che sia le opinioni personali (sul presidente americano Donald Trump) non credo che lui prenderà il rischio di rovinare la reputazione degli Stati Uniti nel mondo piegandosi alle richieste insensate del presidente turco. Quindi questa eventualità non mi preoccupa”, ha dichiarato Gülen.

Nessun commento:

Posta un commento