venerdì 7 luglio 2017

El Al vuole Israir Airlines

[La bona fama nascunni li furti. La buona fama nasconde i furti. Frase siciliana] Il cda di El Al ha dato il via libera al progetto di acquisto della compagnia concorrente Israir Airlines, che dovrebbe fondersi con Sun d'Or, vettore charter del gruppo. L'accordo raggiunto prevede che IBD Development, attuale proprietario della compagnia, ceda le sue quote in Israir per 24 milioni di dollari. Il progetto deve essere ancora approvato dall'Autorità israeliana anti monopolio. Israele rinnova la sua campagna promozionale 2017 proponendo il binomio Tel Aviv e Gerusalemme all’insegna del claim “two cities one break”. Un’offerta che combina le due città per un’unica esperienza culturale, e allo stesso tempo ricca di eventi e possibilità di divertimento. “Tel Aviv, la metropoli tra grattacieli e spiaggia dove praticare sport o ballare fino a tarda notte e, a soli quaranta minuti di auto, la capitale della spiritualità mondiale: Gerusalemme, una città di impareggiabile fascino che non può lasciare indifferenti”. Lo spiega Avital Kotzer Adari, direttrice dell’Ente di promozione turistica
israeliano. Per ricordare questa campagna è stato inaugurato recentemente sulla spiaggia di Tel Aviv un “pop-up hotel”, il Lifeguard Tower, concepito all’interno di una iconica torretta dei bagnini. L'operazione, voluta dal ministero del Turismo israeliano e dal comune di Tel Aviv-Jaffa, è nata per incoraggiare il turismo verso le due città. Ci sono poi gli impegni sul segmento gay friendly: “Abbiamo recentemente stretto un patto con il pool dei più grandi tour operator italiani di mercato, per lavorare assieme a loro sia sul Pride di Tel Aviv tenutosi a giugno che durante tutto l’anno”, racconta Avital.  Nell’ottica di apertura di Israele, la grande novità di quest’anno sono i voli Ryanair: a partire da novembre da Bergamo ci saranno quattro voli la settimana verso l’aeroporto internazionale vicino sia a Tel Aviv che a Gerusalemme, più due voli diretti al sud vicino al deserto del Negev e al Mar Rosso: “Un luogo ideale per famiglie e per tutti coloro che vogliono intraprendere un tour di Israele”, ci dice la direttrice aggiungendo che “nell’estate comunque avremmo più di 65 voli diretti dall’Italia, in attesa di questi nuovi collegamenti”. 

Nessun commento:

Posta un commento