mercoledì 12 luglio 2017

Chi sarà il prossimo?

[Ricordati che l'uomo non vive altra vita che quella che vive in questo momento, né perde altra vita che quella che perde adesso. Marco Aurelio] La televisione irachena Al Sumariya ha detto di avere saputo da "una fonte nella provincia di Ninive' che la morte di Abu Bakr al Baghdadi, capo dell'Isis, è confermata. La stessa emittente aveva dato altre volte in passato, fra cui nel 2016, notizie, poi smentite, sul ferimento del 'Califfo'. La televisione afferma che la "fonte", non precisata, riferisce che la conferma arriva dall'Isis. Il califfo come il saraceno. Più volte dato per spacciato, ma sempre risorto. Dal fronte orientale arrivano voci che il saraceno è in grosse difficoltà, sarà poi vero? Inutile chiedere conferme nel mondo sindacale, sembrano ormai tutti infedeli intenti a pregare Maometto. L'Isis si appresterebbe ad annunciare il nome del successore di Baghdadi. È quanto afferma "una fonte" nella provincia irachena di Ninive citata da Al Sumariya. "Le autorità di Daesh a Tel Afar, diventata la 'capitale' provvisoria dell'Isis dopo la caduta di Mosul, hanno annunciato la morte di Baghdadi, senza fornire dettagli, e hanno detto che il nome del nuovo 'Califfo' verrà annunciato presto", ha detto la fonte.   Questo è quanto afferma la fonte citata dalla televisione irachena Al Sumariya, secondo la quale l'Isis ha confermato in un comunicato la morte del suo leader Abu Bakr al Baghdadi, aggiungendo che presto sarà annunciato il nome del suo successore. "Le autorità di Daesh a Tel Afar, che è diventata ufficiosamente la capitale provvisoria dopo la caduta di Mosul - afferma la fonte, non precisata - hanno annunciato in un comunicato molto breve diffuso attraverso la loro macchina della propaganda la morte del loro leader Baghdadi, ma senza fornire dettagli".

Nessun commento:

Posta un commento