venerdì 16 giugno 2017

Aviapartner Palermo, accordo firmato

[Tarda, è torna ‘n casa. Tarda è torna a casa. Frase siciliana] Alla fine solo 2 sigle sindacali non hanno firmato, poco importa, numericamente non contano niente. Ieri l’altro sono venuti i nazionali della Cgil per controllare la fattibilità dell’accordo, poi hanno firmato. Il concetto è chiaro tengo famiglia a
Catania.  Per quale motivo il nazionale della Cgil dopo sei mesi di trattativa ha deciso, alla fine, di intervenire nella trattativa di Aviapartner Palermo? Qualcuno pensa che tutto sia legato a una trattativa a Fiumicino non andata a buon fine. Ecco il motivo della rappresaglia, invece di due anni ti firmo un anno e ritorno alla carica. Sono stati licenziati 90 lavoratori della Ecotech azienda operante nel settore delle pulizie di bordo all'interno dell'aeroporto di Fiumicino. L'azienda avrebbe motivato i licenziamenti a causa della perdita di appalti da parte delle aziende Avia Partner e Aviation Services, entrambe Handling aeroportuali. La Filt Cgil, Fit Cisl,Uil Trasporti e Ugl Trasporto Aereo stanno cercando di far applicare al meglio la Clausola Sociale di sito, per garantire nuova occupazione a questi lavoratori. Nonostante gli sforzi sembra però che le aziende scelte per svolgere il servizio al posto della Ecotech non siano in grado di assorbire tutto il personale rimasto senza impiego, anche a causa delle basse tariffe imposte dai due handlers committenti. Queste aziende, tra l’altro, non hanno nemmeno esercitato le giuste pressioni sulle società riceventi i subappalti per agevolare la composizione di un ”tavolo congiunto” che veda la presenza delle committenti, delle riceventi, delle Organizzazioni Sindacali e di Aeroporti di Roma, in qualità di gestore aeroportuale. Anche Cetto la qualunque della UIL ha firmato. Qualcuno dica a Kodac, rsa UIL, nonché ros di Aviapartner, che l’accordo è stato firmato, parliamo,però ,del terzo accordo, non il primo. L’altro ieri l’accordo era già pronto tanto è vero che al momento di firmare, ieri, Maradona non è venuto perché trattenuto, molto probabilmente, non aveva tempo da perdere. Baimonte era più che sufficiente … Anche i pretoriani ieri l’altro  erano presenti per sapere, conoscere le motivazioni di tanti ritardi. Loro, spina dorsale di Aviapartner Palermo, erano preoccupati. Per fortuna il referendum non si fa. La democrazia è condizione essenziale per popoli maturi e consapevoli. Chi timbra è continua a lavorare, chi manda email solo per fare capire che esiste, non merita nulla, figuriamoci il referendum. Zicchinetta, Coppifumu, lo scagnozzo dello scagnozzo, Leopardo, Kodac, Piovra, 20 euro  … se andassero a votare voterebbero contro i propri interessi. I lavoratori che saranno distaccati durante la stagione della cosiddetta winter l’azienda procederà all’individuazione di opportune sistemazioni uso foresteria. Inoltre l’azienda riconoscerà dei rimborsi spesa per un massimo di 100 € mese per ogni lavoratore distaccato ed effettivamente impiegato fuori dall’apt di provenienza. Ai lavoratori che saranno distaccati durante la winter, l’azienda - tenendo presente le esigenze del singolo scalo ricevente - cercherà di massimizzare le prestazioni lavorative su sei giorni a settimana così da permettere l’assegnazione di riposi contigui.


1 commento:

  1. Sai quanto ti stimo ma il tengo famiglia in questo caso non c'entra proprio nulla. Piuttosto ha fatto bene la cisal a tenere duro sulla idea di ridurre a 6 ore il contratto nei mesi estivi . Per il resto il lavoro chi più chi meno è stato frutto dell'impegno di tutti . Adesso speriamo soltanto che vi sia qualche positiva novità in termini di compagnia . Perché questo accordo è solo il meno peggio possibile . Ora tocca ai commerciali della azienda migliorare un futuro che al di là dell'accordo sembra tristemente segnato .

    RispondiElimina