venerdì 21 aprile 2017

Zar Putin nel mirino Isis

[Un attore perfettamente sano è un paradosso. Vittorio Gassman] L'organizzazione jihadista Stato islamico (Isis) ha rivendicato l'attacco messo a segno oggi contro un ufficio dei servizi segreti russi a Khabarovsk (Estremo Oriente russo), costato la vita a due persone. Lo ha reso noto il servizio americano di monitoraggio dei siti web jihadisti, Site. Secondo Site, l'organo di propaganda dell'Isis, Amaq, ha pubblicato un breve testo in arabo su Telegram, in cui cita una "fonte della sicurezza" che rivendica questo attacco, affermando che ci sarebbero stati tre morti e diversi feriti. I servizi russi hanno riferito di una persona entrata nell'ufficio che ha ucciso un agente e un visitatore e ha ferito una terza persona. "L'aggressore è stato ucciso - hanno precisato in una nota - la sua identità è stata accertata: si tratta di un abitante della regione di Khabarovsk, nato nel 1999. Ci sono informazioni sulla sua appartenenza a un gruppo neonazista".

Nessun commento:

Posta un commento