mercoledì 12 aprile 2017

Stallo nelle trattative Az

[In molti stati americani ci si può recare al seggio con un’arma. Al posto del documento. spinoza.it] Il governo è impegnato a trovare una soluzione per Alitalia e sta continuando a lavorare, anche nel weekend. Lo ha detto il ministro dello sviluppo economico, Carlo Calenda, a margine di un convegno in apertura del G7 energia. Alla domanda se si riuscirà a chiudere entro il 13 Calenda ha risposto: “Stiamo tutti lavorando. Abbiamo lavorato anche in questo weekend e continueremo a lavorare”. A due giorni dal termine per le trattative tra Alitalia e sindacati sul piano industriale della compagnia, è stallo nella vertenza. Nel tavolo riguardante il personale di terra, i sindacati di categoria hanno infatti respinto le proposte dell’azienda sulla produttività e flessibilità, accogliendo soltanto le richieste sulla formazione fuori orario di lavoro, da non considerare come straordinario e sulla reperibilità per la parte di ingegneria e control system. Da parte sua, l’azienda ha respinto la controproposta dei sindacati che hanno chiesto di trattare queste materie in sede meramente aziendale. Ora si sta svolgendo il tavolo riguardante il personale di volo, dove presumibilmente le dinamiche saranno le stesse. Il costo del lavoro in Alitalia "è una delle componenti ma non è la prima e non è la principale": il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti afferma che nel confronto in atto tra governo e sindacati sulla compagnia "non può essere caricato tutto sul costo del lavoro e sul sacrificio dei lavoratori": Bisogna agire - ha detto parlando a Radio anch'io - sulle altre componenti". Il Governo è impegnato, ha detto, "bisogna dare una prospettiva all'azienda, cercare la strada per dare un futuro alla compagnia". "La situazione resta complicata". Lo ha detto il presidente esecutivo in pectore di Alitalia, Luigi Gubitosi, intercettato dai cronisti nei pressi del Mise dove sta proseguendo la trattativa tra azienda e sindacati. A chi gli chiedeva se ci fosse già un Cda convocato per venerdì, Gubitosi ha risposto negativamente: "ci sarà un Cda quando avremo qualcosa da dire, magari prima di venerdì, non c'è ancora nulla di fissato".

1 commento:

  1. Alitalia e i sindacati hanno raggiunto un verbale di confronto, una sorta di preaccordo, che verrà firmato dopo il referendum tra i lavoratori. Le parti hanno preso atto di una serie di elementi e concordano su una serie di misure tra cui la riduzione degli esuberi tra il personale di terra a tempo indeterminato da 1.338 a 980 e la riduzione del taglio degli stipendi all'8%.

    RispondiElimina