mercoledì 15 marzo 2017

Nuovo appalto Prm a Punta Raisi/1

[Balet prus su geniu qui non sa bellesa. Vale più il genio che non la bellezza. Su geniu faghet totu. Il genio fa ogni cosa] I membri del cda della Gesap ieri avrebbero fatto capire che il nuovo bando per aggiudicarsi l'appalto della prm è  scritto e a giorni verrà pubblicato. Di sicuro non mancheranno le aspettative dei dipendenti Aviapartner, ma quanto si è disposti a scendere per aggiudicarsi l'appalto? Gh, ovviamente, non resterà a guardare. Potrebbe essere gestito, costituendo un consorzio, da Gh e Ap, coinvolgendo, in inverno, tutti i dipendenti Ap e gli stabilizzati part time della Gh. Questa volta la gara dovrebbe essere più restrittiva, permettendo la partecipazione solo alle società  di handling. Ma se non c'è  un ritorno, anche minimo, economico Ap non è detto che parteciperà.  Dopo il 118, il Civico ecco la Croce Rossa … la gestione della prm di Punta Raisi è l’esempio della gestione approssimativa della Gesap. In tutti gli apt di una certa importanza, e Palermo crede di essere importante, la prm è  gestita dal gestore in prima persona. Il gestore incassa le tasse aeroportuali che riguardano la sicurezza, prm ... La Gesap, poi, da a terzi il servizio, con una gara d'appalto a ribasso. Ecco perché  in tutti questi anni a vincere la prm sono sempre state enti che usano per espletare il servizio dei volontari. La sala amica inizia l’attività a Punta Raisi nel lontano 2000, 15/12. La Croce rossa con 9/10 unità garantisce il servizio prm, gratis.  Avos vince, dopo una gara d’appalto, alla fine del 2001, per una durata di due anni; successivamente, a seguito di un nuovo bando il servizio è stato affidato all’associazione “nuovo cammino di Borgetto”.  11/11/2002 l’Uges inizia a gestire le prm per conto di Alitalia, con sette unità h24, il servizio costa ad Alitalia 5.000 euro al mese.  Servizio effettuato ininterrottamente fino a  luglio 2008. Nel frattempo nel 2006 la Ue emana un regolamento dove si dice che le prm deve essere centralizzato e gestito dal gestore. 26/7 2008 tutti gli aeroporti si devono adeguare. 40 giorni prima dell’entrata in vigore della nuova normativa europea la Gesap chiede alla Pae Mas, Gh e Az di centralizzare il servizio. La Gesap nel frattempo sta valutando la possibilità di garantire i servizi di assistenza prm, in alternativa alla fornitura diretta, servendosi di una società terza già presente in aeroporto. 13/7/2008 Uges si aggiudica l’appalto per 500 mila euro all’anno, inizia l’avventura che per molti ragazzi sarà l’inizio di un incubo. La convenzione verrà firmata, però, 1/10. In una nota del 7 ottobre del 2008 Tommaso Zerilli dell’Uges sos fa notare alcuni errori madornali messi nel contratto dall’ente appaltante: il nome sbagliato di Zerilli e la sua data di nascita, il periodo errato della convenzione che sarebbe di due anni e non di uno come scritto. Il servizio deve essere erogato 365 giorni all’anno dalle 5 del mattino fino all’operatività dei voli. 35 unità , su tre turni per complessive h 18, di cui una con funzione di responsabile in turno. Tutto il personale, prima dell’affidamento del servizio, dovrà essere in possesso di idonea formazione all’assistenza di passeggeri che presentano disabilità motoria. È un bagno di sangue per chi si aggiudica l'appalto ... [segue]

Nessun commento:

Posta un commento