mercoledì 1 marzo 2017

365 giorni all'alba

[Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati. Bertolt Brecht] Oggi ricorre il secondo anno che ha visto l'applicazione della clausola sociale a Palermo,  di 22 da Aviapartner in gh Palermo, grazie al passaggio del vettore easy Jet; i 22, di cui 14 sindacalisti, grazie alla clausola sociale hanno preferito un nuovo contratto con le tutele crescenti, il jobs act. Con quello che sta succedendo in Aviapartner a Palermo, diciamo che sono stati lungimiranti, hanno avuto ragione. Anche se il ricorso fatto da due che si ritenevano esclusi ha dato ragione a questi ultimi ha rafforzato la convinzione di chi non stima i sindacati, giorno 24 potrebbe portare a clamorose sorprese: la magistratura su questa lista ci vuole vedere chiaro e dopo i sindacati, le aziende adesso avrebbe convocato sei quinti livelli. Il giudice, giustamente, vuole capire con quali criteri è stata fatta questa lista. Non solo ha predominato l'ideologia  italiana del tengo famiglia, ma anche la Gesap, l'Enac, l'Enav avrebbero interferito? Tra i 22, oltre ai sindacalisti, molti sono anche imparentati con dipendenti di questi tre enti, inutili per la massa del popolo italiano, ma molto utili per pochi. In definitiva alla fine di quest'ultimo anno, che resta, finiranno i contributi pagati dallo stato. Gh potrà riconfermare tutti con tutto quello che ne consegue, licenziare tutti, tenere una parte. Se consideriamo l'incertezza che predomina su Alitalia, bisogna preoccuparsi, il Saraceno già è molto preoccupato. Nella terza ipotesi potremo assistere alla sceneggiata già fatta quando ci fu il passaggio dei 22, assisteremo all'ennesimo si salvi chi può, con buona pace dei sindacati che non vedono, non sentono e non parlano (denunciano) mai, a Punta Raisi.

Nessun commento:

Posta un commento