domenica 29 gennaio 2017

Corsa ad ostacoli a Punta Raisi

[Se a-a sèia ti mangi comme 'n treuggio, a-a neutte no ti strenzi l'euggio.  Se la sera mangi come ad un trogolo, di notte non chiudi occhio.] 22 dipendenti dello scalo palermitano, circa due anni addietro, sono transitati da Aviapartner in Gh grazie alla clausola sociale.  Dopo poco più di un anno, a seguito di una denuncia di due operai che non sono passati in Gh, la magistratura ha aperto un contenzioso a dir poco interessante.  Dopo avere ascoltato le aziende (Gh e Aviapartner), i sindacati (Cisl, Ugl, Uil, Cgil e Cisal) adesso ha deciso di sentire sei dei 22 fuggitivi. Sei operai pari livello dei due non passati in Gh. Cosa ha in mente il magistrato nessuno può saperlo, ma i sei dovrebbero presentarsi accompagnati da un legale, di conseguenza potrebbero essere, nel peggiore delle ipotesi, a breve, iscritti nel registro degli indagati. Il magistrato vuole capire se la lista è stata fatta correttamente, senza abusi, senza dolo, senza interferenze esterne (Enac, Enav e Gesap). Le due aziende hanno fatto capire che la lista era frutto del lavoro e della mediazione sindacale, i sindacati hanno detto che nessuno si era opposto. Risultato è che  dei 22 più del 50% (14) erano e sono sindacalisti.   Poi, in effetti, i due hanno presentato un esposto.  Che la lista risulta rabberciata è un dato di fatto, tant'è che i due dovrebbero passare in Gh, e dalla Gh 1 o due dovrebbero ritornare in Aviapartner. Quest'ultima, al momento del passaggio, aveva licenziato i 22 liquidandoli. Dunque arrivederci e grazie. Questa vicenda fa capire che il ruolo dei sindacati, che dovrebbe essere di controllo, in effetti non lo è mai stato. Ma non soltanto in questo caso, in genere firmano accordi che poi non controllano la reale attuazione, spesso sono distratti. Il 24 marzo ci sarà una nuova udienza che speriamo possa chiarire  gli ultimi dubbi. 

Nessun commento:

Posta un commento