martedì 16 agosto 2016

Smart Agriculture

[Quando non hat in natura, pagu balet frigadura. A chi non l’ha in natura poco vale lo strofinarsi.]  Ottimizzare la produzione agricola e accrescerne la redditività avvalendosi delle più avanzate tecnologie Internet. È  'Smart Agriculture', la soluzione trovata dal Joint Open Lab Wave di Catania, uno dei 5 laboratori di ricerca e innovazione creati da Tim in atenei italiani in collaborazione con Olivetti, che consente di monitorare le condizioni delle colture con sensori a basso impatto energetico, algoritmi predittivi e una piattaforma online. I dati (su temperatura, umidità, irradiazione solare, vento e pioggia) vengono trasmessi attraverso la rete mobile Tim alla piattaforma cloud in grado di elaborare i dati e di renderli disponibili su tablet o pc. Smart Agriculture, tra l'altro, dà anche informazioni per ottimizzare le risorse, consentendo un risparmio economico ed energetico. Il sistema comprende anche il cosiddetto 'quaderno di campagna' per tracciare le operazioni compiute dalle aziende agricole, dalla semina alla raccolta, garantendo la 'filiera' delle produzioni e la qualità del prodotto.

Nessun commento:

Posta un commento