domenica 21 agosto 2016

Palermo in svendita ?


[Il Signore è la mia luce e la mia salvezza; di chi temerò? Salmo 27:1] Una cordata di imprenditori Usa, con a capo Frank Cascio, italo-americano con interessi nel settore edile e in passato amico e manager di Michael Jackson, ha messo sul piatto 50 milioni di euro per rilevare il Palermo calcio. Il patron rosanero Maurizio Zamparini, come riportano alcuni quotidiani, ha incontrato a Venezia i rappresentanti della cordata a stelle e strisce, tra cui proprio Cascio, che aveva manifestato nei giorni scorsi interesse a trattare l'acquisto dell'intera quota della società di viale del Fante.
 Trovata per portare più persone allo stadio, vendere più abbonamenti, un'altra trovata dopo il fallimento della vendita a una cordata di infedeli arabi? Gli americani non sono i soli a trattare, Zamparini, da qualche tempo, sta dialogando con un gruppo cinese. Dopo il giro di presentazioni del primo appuntamento negli uffici del Venezia di Joe Tacopina, c’è stato il secondo contatto, più informale, nella villa di Zamparini. L’incontro, in realtà, è stato anche l’occasione per chiarire alcune voci sulla trattativa trapelate il giorno prima e che hanno rischiato di gettare dei dubbi sull’esito positivo del primo appuntamento. Attorno al tavolo di casa Zamparini, oltre ai due protagonisti della trattativa c’erano anche il presidente del Venezia Joe Tacopina, il mediatore finanziario Brad Rangell, l’executive manager rosanero Angelo Baiguera e il socio di Frank Cascio, Paul Baccaglini. All’incontro di martedì si è presentato con l’amministratore delegato della Iron Clied Sports Bradley Rangell, società che ha curato transazioni finanziarie nelle maggiori leghe sportive statunitensi, nella formula Nascar e in Premier League. Se l’affare andasse in porto Frank Cascio sarebbe pronto a vivere a Palermo per seguire in prima persona la squadra. 

Nessun commento:

Posta un commento