giovedì 18 agosto 2016

Il fico d'India in Sicilia

[Daresi su zappu ad su pè. Darsi la zappa ai piedi.] Una strategia condivisa tra i territori più vocati alla produzione di fico d'India per costruire una filiera regionale e rafforzare commercializzazione, trasformazione ed esportazione di un prodotto simbolo del made in Sicily. È  questo l'obiettivo del progetto "Sinergia - Il fico d'India e i sapori di Sicilia" presentato  a Palermo nella sede dell'assessorato regionale all'agricoltura. I sindaci dei comuni di Belpasso, Roccapalumba, San Cono e Santa Margherita Belice, i 4 poli produttivi più importanti dell'Isola, hanno firmato un protocollo d'intesa assieme all'assessore Antonello Cracolici. Tra gli obiettivi: estendere le aree di coltivazione del fico d'India in Sicilia, coinvolgendo tutte le realtà istituzionali interessate ed attivare specifiche campagne di promozione per rafforzare la capacità economica del comparto e l'export. Un trend di crescita del 7 % all'anno, una superficie coltivata di 2.400 ettari in tutta la regione, il 75% concentrata nei comuni di Belpasso, Roccapalumba, San Cono e Santa Margherita Belice.

Nessun commento:

Posta un commento