giovedì 25 agosto 2016

I rifiuti in tribunale

[TE STA A SCUREGGIA’ ER TESCHIO/NUN TE LIMITI/NUN TA REGOLI POPO] La Procura di Palermo ha aperto un'indagine sulla gestione dei rifiuti in diversi comuni del palermitano. Al momento si tratta di un'inchiesta conoscitiva finalizzata ad accertare l'esistenza di eventuali reati. A finire sotto l'occhio dei pm sono le amministrazioni locali della provincia, con particolare attenzione a Carini e Partinico. L'inchiesta, che per la sua ampiezza costituisce una sorta di monitoraggio sulla gestione di diverse fasi del ciclo dei rifiuti - dagli appalti per il recupero, alle discariche e alla biostabilizzazione - è coordinata dal procuratore di Palermo Francesco Lo Voi e dall'aggiunto Dino Petralia ed è stata delegata al Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza che da domani acquisirà una serie di atti nei Comuni e alla Regione. L'indagine trae spunto dalla relazione dell'assessorato regionale che nelle scorse settimane, in piena emergenza, ha inviato al ministero una relazione sulla situazione siciliana. La nota è stata girata per conoscenza anche alla Procura.

Nessun commento:

Posta un commento