domenica 24 luglio 2016

Ricavi in calo per easyJet

[Sa veridade est sa prima qui si narat. La verità si anticipa. La verità è la prima che esce dalla bocca. La verità è la prima che si dice.] I passeggeri trasportati da easyJet nel trimestre terminato il 30 giugno sono aumentati del 5,8%, a 20,2 milioni, guidati da un aumento della capacità del 5,5% a 21,9 milioni di posti e da un load factor in aumento di 0,3 punti percentuali, al 92,0%. Il Total revenue per seat è diminuito dell’8,3% a valuta costante o del 7,7% reported basis, a £ 54,54 per posto. Il total revenue nel trimestre è diminuito del 2,6%, a 1,196 miliardi di £, con la maggiore capacità di posti che è stata compensata, tra le altre cose, anche dalle cancellazioni a seguito di significativi eventi esterni. Le performance commerciali e operative nel corso del trimestre sono state influenzate dall’attacco a Bruxelles e dall’incidente Egyptair, notevoli disagi inoltre sono stati causati degli scioperi ATC, dalla chiusura della pista all’aeroporto di Gatwick e dal maltempo, che hanno portato a 1.221 cancellazioni. Commentando, Carolyn McCall, CEO di easyJet, ha dichiarato: “Il contesto economico e operativo è stato difficile nel terzo trimestre a causa di una serie di fattori, tra cui gli scioperi dei controllori del traffico aereo e altre azioni industriali, le chiusure pista di Londra Gatwick e il maltempo severo. Questi fattori, combinati con la crescita della capacità del settore a corto raggio, continuano ad avere un impatto sui rendimenti del settore in un momento di punta dell’anno. Più di recente la volatilità delle valute a seguito della decisione del referendum nel Regno Unito di lasciare l’Unione europea, così come i recenti eventi in Turchia e a Nizza, continuano ad avere un impatto sulla fiducia dei consumatori. Nonostante questo, easyJet ha trasportato più passeggeri e ha raggiunto i load factor più elevati nel corso del terzo trimestre, con il marchio di easyJet che ha continuato a risuonare con forza in tutta Europa. easyJet prosegue fortemente nel controllo dei costi e nel guidare un continuo miglioramento operativo e verso il cliente. Siamo concentrati sulle opportunità che sono inevitabili in un ambiente più difficile. Il modello di business di easyJet rimane robusto, con una posizione di cassa forte, un bilancio solido e un piano flotta flessibile. Il team di easyJet è fiducioso nella sua capacità di navigare nel prossimo periodo e guidare un vantaggio a lungo termine”. Nell’estate 2016 easyJet in Sardegna è cresciuta del 20% rispetto allo stesso periodo nel 2015. La compagnia è presente in Sardegna dal 2005, quando furono inaugurati i voli Olbia-London Gatwick e Berlino Schoenefeld, e i voli da Cagliari a Londra Luton. Da allora continua ad investire nella regione, rafforzando i collegamenti con le tre basi italiane di Milano Malpensa, Napoli e Venezia, oltre che con le principali destinazioni europee, ad un tasso di crescita superiore al mercato. Il 2016 è stato un anno ricco di novità per il vettore in Sardegna, con il superamento del milione di posti offerti durante l’anno e l’apertura di otto nuovi collegamenti che rendono disponibile più offerta a prezzi convenienti: Cagliari-Nizza, Cagliari-Napoli, Alghero-Ginevra, Olbia-Tolosa, Olbia-Parigi Charles de Gaulle, Olbia-Amburgo, Olbia-Manchester, Olbia-Venezia. Aumentano inoltre i posti offerti per la maggior parte dei voli già esistenti, in particolare sul Cagliari-Ginevra e sui collegamenti tra Olbia e Nizza, Lione, Amsterdam, Napoli.

1 commento:

  1. Nel trimestre al 30 giugno easyJet ha registrato passeggeri in aumento del 10,8% a 22,3 milioni, a seguito di una crescita sia della capacità (+9,5% a 24 milioni di posti offerti) che del fattore di riempimento (+1,1 punti al 93,1%). I ricavi complessivi nel trimestre sono aumentati del 16%, a 1.387 milioni di sterline - si legge in una nota - grazie all'effetto positivo delle festività Pasquali in aprile, dei fattori di riempimento più alti e di un più favorevole contesto di mercato. I ricavi per posto offerto sono aumentati del 2,2% a valuta costante e del 5,9% a valuta corrente a 57,78 sterline. La low cost inglese prevede di ottenere un risultato netto prima delle tasse per l'anno fiscale 2017 tra 380 e 420 milioni di sterline. "EasyJet ha conseguito una forte performance nel trimestre in tutte le aree del business", ha commentato l'a.d. Carolyn McCall. "La nostra crescita profittevole e focalizzata nei principali mercati, ci permette di continuare a consolidare la nostra posizione".

    RispondiElimina