sabato 5 dicembre 2015

Ros di sera buon tempo si spera

[Impara l’arte e mettila da parte.] Finita la summer, dopo il primo mese di cig a zero ore si tenta di fare un bilancio. Corsaro, capo di AviaPartner a Palermo e Catania  è soddisfatto e se lui è contento vuol dire che anche i  capi, a Bruxelles,  sono contenti. Certo è stata un'estate "cazzuta": spezzato, flessibilità ai massimi livelli, disponibilità encomiabile da parte di tutti, tutto questo è stato possibile anche perché parte della zavorra è stato ceduto alla Gh.  Qualcuno preso dallo sconforto mi ha confessato che non pensava di farcela, ho detto al mio amico, nonché collega, che dopo tutto non ha passato l'estate a Palmira,  Raqqa, Kabul, Karachi ......... Comunque capisco lo sconforto senza la Nimitz tutto è stato più difficile, spesso sembravamo abbandonati a noi stessi ma alla fin c"è l'abbiamo fatta. Ma, recentemente apprendiamo che il feroce Saracino sembra infastidito dal comportamento di AviaPartner a Catania. Non riesce a superare la perdita di AirBerlin ...  Paolo, la vita continua, e siamo vicini al tuo dolore che con la perdita di Sigonella  diventa incolmabile; ma pensa, se questo ti può aiutare, alla fanteria di AviaPartner che è riuscita a sopravvivere orfana della Nimitz.  A Palermo sembrerebbe esistere un accordo di cartello blindato tra Gh e AviaPartner che speriamo possa essere, prima o dopo, stracciato da uno dei contendenti. Sostenere che la situazione a Palermo può essere definita equilibrata dimostra, ancora una volta, che chi è preposto a trovare soluzioni  non hai capito nulla. Sostenere che Transavia ora  potenzia i voli, dunque AviaPartner può essere soddisfatta e appagata.  Ma per i prossimi 4 anni il vettore francese è  con AviaPartner. È in atto la trattativa con Vueling, mentre BA sembra acquisita oltre che a Catania anche a Palermo. Alcuni mesi fa la Gh Palermo, dopo che i 37 avevano vinto la causa, aveva minacciato di portare i libri in tribunale. Oggi, in parte, risolto questo problema si torna a parlare di prospettive di crescita. Le solite sceneggiate napoletane. Se i vertici della GH , oltre che fare queste considerazioni, dovessero ,come sembra a giorni si accingano a fare,  ridisegnare e riorganizzare l'organigramma della Gh a Palermo, se la pratica è figlia della teoria povera Gh.  Davanti a una riorganizzazione del lavoro, la prassi vuole  che si ridisegnino i vertici, e  si scelgano  nuove figure professionali, nuovi coordinatori, nuovi capi area , nuovi Station manager? (anche se fonti interne raccontano che si sia ricomposta la vecchia frattura di questa estate  con il sindacato maggiormente rappresentativo in apt ... ). I bene informati parlano della riconferma della Carlisi ,  di due nuovi area manager , di tre o quattro nuovi coordinatori di rampa e di tre o quattro nuovi capi turno tra gli impiegati. In questo giro quindi si rimescolano le carte ....speriamo per la concorrenza che  i sindacati abbiano dato i loro nomi, a quel punto AviaPartner sarebbe davvero salva ...malgrado loro!

Nessun commento:

Posta un commento