giovedì 3 dicembre 2015

Lo scandalo dei pallonari

[E ite sa prima die de abrile qu’est torrada. Non è il primo giorno di aprile Dicesi ad una persona che burla; alludendo al costume quasi universale di solersi fare delle burle ed inventar bugie in questo giorno. L’origine risale al tempo dei romani. Frase sarda] Lo hanno già ribattezzato il "Wikileaks del calcio": il sito russo Football Leaks da martedì sta pubblicando i documenti segreti ed esclusivi dietro alcuni dei casi di mercato più chiacchierati degli ultimi anni. L'obiettivo è chiaro: svelare ai tifosi cosa e soprattutto chi c'è dietro le trattative milionarie che cambiano il volto alle squadre europee. Tre esempi: due della scorsa estate, il tecnico del Benfica Jorge Jesus passato a sorpresa ai rivali dello Sporting Lisbona, l'acquisto di Imbula dall'Olympique Marsiglia al Porto, con l'Inter fregata, e uno dell'estate 2013, il passaggio del bomber colombiano Radamel Falcao dall'Atletico Madrid al Monaco. In questi casi, come in molti altri, c'è lo zampino di fondi d'investimento internazionali spesso non facilmente identificabili, da quello angolano alla ormai celebre Doyen, coinvolta anche nelle trattative tra Milan e Mister Bee. In ballo trasferimenti milionari e compensi stellari, specialmente per un campionato non di primo livello come quello portoghese. E lo "scandalo" rischia di allargarsi anche alle altre leghe. Le autorità svizzere avrebbero dato il via stamattina a una nuova ondata di arresti nell'ambito della vasta indagine condotta dagli Stati Uniti sulla corruzione nella Fifa: secondo quanto riporta il New York Times, oltre dieci tra funzionari ed ex funzionari del calcio internazionale sono stati fermati dalla polizia elvetica. Alcuni degli arresti sarebbero avvenuti nello stesso hotel di lusso dove altri funzionari della Federazione internazionale di calcio erano stati arrestati a maggio. Alle 6 del mattino ora locale, la polizia svizzera sarebbe entrata da una porta laterale del Baur au Lac di Zurigo. E il direttore dell'hotel ha chiesto agli ospiti di lasciare la struttura a causa di "una situazione estrema". Le persone arrestate sarebbero accusate tra l'altro di racket, riciclaggio di denaro e frodi, hanno detto le autorità. Secondo fonti vicine all'inchiesta, i nuovi arresti sarebbero legati in particolare al calcio del Sud e Centro America. Funzionari di polizia affermano che tra gli arrestati non risulterebbe il presidente della Fifa, Sepp Blatter.

Nessun commento:

Posta un commento