venerdì 9 ottobre 2015

Salviamo la Gh Pmo

[Cantare ad unu s’allelluia. Cantare ad uno l’alleluia. Significa dire le cose senza velo. Frase sarda] I napoletani della Gh hanno incontrato oggi i sindacati presso il Magaggiari resort di Cinisi. Un caso che oggi ci sia stata questa riunione, dopo che ieri c'è stato lo sciopero, anche se nessuno se n'è accorto ma dobbiamo segnalare che alcuni stacanovisti del sindacato in permesso sindacale si recano a Catania per partecipare a un congresso.    Così potrebbe sembrare che a Palermo hanno aderito allo sciopero, ma in realtà la loro retribuzione resta intatta. Questi nostri eroi che lottano per la difesa dei lavoratori lasciano lo spirito a Palermo, ma il corpo deve andare a Catania. Part time rsa che fanno straordinario non programmato, mancati riposo. Forse Zincone si vorrà complimentare con i sindacati che hanno proclamato lo sciopero, dando un segnale chiaro inconfondibile: non esistiamo. Ma di cosa si è parlato oggi? Cosa l'azienda ha detto alle sigle sindacali, cioè al nulla? Troppe cause in dirittura d'arrivo, troppo personale limitato perché certificato ... insomma, detta così, un'armata brancaleone. Le cause, però, sono destinate a crescere ... Mentre,ha sempre annunciato, il grande capo della Gh Italia che il bilancio di quest'anno sarà rosso sangue. Ora se consideriamo che Gh Palermo con il 98% del volato era considerato il fiore all'occhiello del gruppo Gh Italia gli altri scali come saranno messi, ma avete mai pensato di cambiare mestiere? Un mio carissimo amico sindacalista, padre di una bellissima bambina, mi accusa spesso di essere fazioso quando parlo di Gh Italia. Non è vero tanto che propongo di ingaggiare come amministratore unico chi ha salvato Aviapartner a  Palermo. Potrebbe sembrare un tipico esempio di conflitto di interessi ma a Punta Raisi si può tutto. Certo con questa mossa Gh potrebbe perdere qualche vettore, ma grazie alla clausola sociale i livelli occupazionali sono salvi, sono i risultati quelli che contano.

Nessun commento:

Posta un commento