martedì 13 ottobre 2015

Nuova alleanza contro l'Isis

[Su veru amigu si connoschet in sas adversidades. Il vero amico si riconosce nelle avversità. Frase sarda] Il leader del Fronte al Nusra, Abu Mohammed al-Joulani, ha offerto "3 milioni di euro per l'assassinio" del presidente siriano Bashar al Assad e "2 milioni" per quello del capo di Hezbollah, Hasan Nasrallah, in un nuovo messaggio audio pubblicato online. Lo riferisce il Site. Il leader qaedista ha fatto appello all'unità delle fazioni combattenti in Siria e chiesto di attaccare la regione alawita del Paese. Una forza di 50mila uomini, per lo più curdi, ma composta anche da arabi sunniti e assiri cristiani, si è costituita al confine tra Turchia e Siria col sostegno americano per combattere l'Isis nel nord della Siria. L'obiettivo dichiarato è "liberare Raqqa", la 'capitale' dello Stato islamico in Siria. dal 2013 in mano all'Isis.Il portavoce dell'Isis Abu Mohammad al-Adnani ha confermato la morte del numero 2 dell'Isis Fadhil Ahmad al-Hayali in un raid americano lo scorso agosto in Iraq. Lo riferisca la direttrice del Site, Rita Katz, su Twitter. Adnani ha poi lanciato un nuovo proclama contro l'America: "verrà distrutta e assaporerà la tragedia". Lo scorso 21 agosto la Casa Bianca aveva reso noto che Fadhil Ahmad al-Hayali, conosciuto come Haji Mutaz, era stato ucciso durante un attacco militare americano il 18 agosto mentre era a bordo di un'auto vicino Mosul. Mutaz era considerato il numero due del leader dell'Isis, Al Baghdadi, responsabile delle operazioni in Iraq e del coordinamento dello spostamento di armi, esplosivi, veicoli e persone fra Iraq e Siria.  Testimoni a Sirte, in Libia, hanno riferito che i jihadisti dell'Isis hanno bruciato una grande quantità di libri adottati nelle scuole. I testi, secondo i terroristi, sarebbero contrari alle leggi della Sharia, perché propongono una educazione nazionalista, con insegnamenti della lingua inglese e con nozioni di diritto. Lo riporta il sito web Alwasat. Secondo le stesse fonti la misura è stata presa per terrorizzare gli abitanti della città da mesi sotto il controllo dello Stato Islamico.

Nessun commento:

Posta un commento