giovedì 15 ottobre 2015

Meridiana, il 22 cm nuovo piano

[Horrios de ainu, non alzat a chelu. Frase tipica del Gallurese] Ci sono i nomi dei “pretendenti” a Meridiana, vale a dire, ad esempio, Qatar Airways e easyJet. Ma il problema è che “come compagnia siamo ancora poco appetibili”. Lo ha detto l’a.d. Richard Creagh, parlando ieri pomeriggio a Roma con i sindacati nazionali, parlando di costi troppo alti, troppo personale e produttività da migliorare, come riporta il sito de La Nuova Sardegna. Per il manager, l’accordo con un grosso player aereo si farà solo se saranno soddisfatte alcuni punti: un nuovo contratto di lavoro per Meridiana e l’uscita di quanti più dipendenti possibile. Intanto, però, il bilancio 2015 si è chiuso a ottobre con un rosso di 36 mln di euro, il 47% in meno rispetto a uno anno prima, i costi si sono ridotti del 5% mentre i ricavi sono in aumento del 7%. Tra le prospettive presentate dall’a.d. ai sindacati c’è l’aumento della flotta con tre nuovi velivoli, due Boeing 737-300 per Meridiana e un Boeing 767 per Air Italy previsti per la prossima estate, e la possibilità della continuità aerea per gli scali minori da Olbia e Cagliari. Intanto, in merito all’interesse del Qatar, il dossier Meridiana sarebbe in questi giorni in discussione a Doha ma dal Paese i riflettori sono puntati non solo sulla compagnia, ma anche sulla società di gestione dell’aeroporto di Olbia. Tra le prossime tappe per la compagnia ci sono l’incontro tra Meridiana e l’assessore ai Trasporti Massimo Deiana, l’incontro con i sindacati e, il 22 ottobre, il piano dovrebbe essere pronto per essere presentato alla Regione Sardegna.

Nessun commento:

Posta un commento