giovedì 15 ottobre 2015

Il jobs act salverà Gh Palermo?

[Roncu d’asinu non alz’a celi. Raglio d’asino non sale al cielo.  I cattivi desideri non offendono gli altri. Frase sarda] Dopo l'ultima riunione tra Gh Palermo e sindacati (leggi post del 9/10 "salviamo Gh Palermo") che è servita per comunicare che quest'anno i conti non torneranno (quando mai, in tutti questi anni, sono tornati?) anzi si prevede un forte indebitamento al di sopra di ogni aspettativa più negativa. Troppe cause perse, i 37 part time non sono soli, troppi salta fossi (per usare un'allocuzione di Biancaneve, ex direttore generale di Pae Mas). Ma il bello deve ancora venire. Il 29 cm inizia il processo che riguarderà i fatti dell'uges, non tutti i 18 ros della Gh di Palermo sono disposti a subire un demansionamento, potrebbero fare causa. Gh Italia non ha capito che il mercato del lavoro aeroportuale è mutato, sono cambiate  le regole di ingaggio. La parola d'ordine oggi si chiama flessibilità e se non l'ha capito l'azienda sono cazzi amari per tutti i dipendenti, si può anche comprendere che il sindacato non capisce che il mercato del lavoro cambia sempre, quando mai i sindacalisti sono stati lungimiranti? A breve  sapremo cosa vorrà fare Gh Pmo: si parla di innalzare il numero di persone che volontariamente sono andate in solidarietà. Non si sente più parlare del cosiddetto accordo padre/figlio. Gh Italia, si sa, è una società ostaggio dei sindacati. Oggi hanno capito  di essere troppi, in tutti questi anni però hanno assunto senza andare tanto per il sottile. I sindacati davanti ad assunzioni collettive esulta, alla lunga i nodi vengono ala pettine. La Gesap in questi anni ha condizionato lo sviluppo, ma spesso gli insuccessi sono da addebitarsi al gestore. Hanno drogato in tutti questi anni il mercato di Punta Raisi, senza che nessun sindacalista prendesse posizione. Nel bel mezzo dello sconforto, consci di avere raggiunto il massimo, senza mai avere ottenuto utili, ci voleva boccadirosa a portare un minimo di allegria. Infatti l'attenta e puntuale sindacalista, dopo che Zincone aveva manifestato tutte le sue preoccupazioni, voleva ragguagli in merito alla mancata stabilizzazione  degli ex stagionali Pae Mas. Zincone, dicono i suoi fedelissimi collaboratori, ha guardato con affetto, identico di una persona adulta quando osserva un bimbo viziato che ha un comportamento capriccioso.

Nessun commento:

Posta un commento