giovedì 8 ottobre 2015

Il car sharing più grande è a Palermo

[Quie non timet, morit que ainu. Chi non teme muore come un asino. Avvertenza ai temerari. Frase sarda] A Palermo il car sharing è elettrico. Il progetto, presentato nel foyer del Teatro Massimo, rientra nel più ampio piano nazionale Demetra, e ad illustrarlo erano presenti tra gli altri il sindaco Leoluca Orlando, il presidente dell'Amat (la società di trasporto pubblico di Palermo) Antonio Gristina, il responsabile Infrastrutture e reti di Enel Italia Gianluigi Fioriti, e Bernard Chretien, direttore generale di Renault Italia. A vincere il bando è stata infatti la casa automobilistica francese che fornirà 24 auto elettriche, mentre Enel fornirà 16 stazioni di ricarica controllate a distanza, la cui installazione e manutenzione sarà affidata a Sogea. Inizialmente il servizio di car sharing sarà attivo in cinque parcheggi (piazza Massimo, piazzale Ungheria, via Malta, piazza Ignazio Florio e viale Libertà) mentre entro la fine dell'anno ne verranno attivati altri tre (piazza Europa, stazione Notarbartolo e Porto). Le auto, delle Renault Zoe (per fortuna non ha vinto la tedesca Volkswagen) sono dotate di un motore di 65 kW che garantisce un'autonomia di 100-150 chilometri. I tempi di ricarica su colonnine da 22 kW, invece, si aggirano sull'ora. Quello di Palermo sarà il più ampio parco auto sharing in Italia, e come garantito dall'Amat sarà possibile usufruire di car-sharing e bike-sharing sfruttando un'unica card. Le 24 nuove auto elettriche si aggiungono alle 102 vetture a metano, alle quali da novembre sarà aggiunto il bike-sharing, con l'attivazione degli stalli e la disponibilità di oltre 400 biciclette, di cui venti a pedalata assistita. Lo sharing system sta avendo un grande successo a Palermo e conta già 3.200 abbonati. Il settore del car sharing entra ufficialmente in Aniasa, l’Associazione nazionale industria dell’autonoleggio e servizi automobilistici di Confindustria. Lo ha stabilito l’assemblea dell’associazione accogliendo le domande di adesione presentate dai tre principali operatori del comparto Car2Go, Enjoy e Twist, cui si aggiunge la già associata Aci Global. Dall’arrivo in Italia (estate 2013) questa formula di mobilità, molto diffusa nel resto del mondo, ha compiuto un deciso cambio di passo anche in Italia che fino ad allora aveva visto solo iniziative circoscritte. Oggi, a distanza di quasi due anni, sono circa 490.000 gli iscritti al servizio, 5.500.000 i noleggi registrati e la flotta dei veicoli condivisi ammonta a 3.300 unità. Le città in cui attualmente il servizio è presente sono Milano,Roma, Palermo,  Firenze e, più di recente, anche Torino e Verona. Dati che si vanno a sommare a quelli del noleggio veicoli: fatturato complessivo pari a 5,2 miliardi di euro, flotta circolante di 690.000 veicoli, immatricolazioni annue 269.000 veicoli, entrate fiscali dal noleggio 2 miliardi di euro.

Nessun commento:

Posta un commento