lunedì 5 ottobre 2015

AF ANCORA ESUBERI

[Qui meda afferrat nudda istringhet. Chi troppo vuole nulla stringe. Per quelli che fanno tante cose.  Detto sardo] Air France ha annunciato di avere pronto nel cassetto un piano di ristrutturazione con 2.900 esuberi e la riduzione di 14 aerei a lungo raggio da far scattare se dovessero fallire definitivamente le trattative con i sindacati sul programma di riduzione dei costi. Lo riferiscono fonti sindacali secondo le quali il numero degli esuberi riguarderebbe 300 piloti, 700 assistenti di volo e 1.900 lavoratori di terra. Si tratterebbe dei primi licenziamenti di massa nella storia della ex compagnia di bandiera francese nella quale lo Stato mantiene ancora una quota del 17,6%. Secondo Didier Dague del sindacato FO "questi punti sono stati presentati al board a livello informativo ma non c'è stato ancora alcun voto". Un'altra fonte del consiglio di amministrazione della compagnia, che si è riunito oggi, riferisce che il numero di 2.900 unità sarebbe stato presentato come una stime degli esuberi al 2017. Rispondendo all'appello di tre sindacati oggi i dipendenti a terra del vettore aereo Air France sono scesi in sciopero negli aeroporti di Parigi e provincia. La stessa compagnia annuncia possibili ritardi a causa dell'agitazione, nonostante stia cercando di limitare al massimo i disagi con la dislocazione in loco di ulteriore personale, con particolare attenzione ai servizi commerciali. Tramite cellulare, via sito web o e-mail è inoltre possibile accedere al servizio "AF Connect" per informazioni sulle prenotazioni o sullo stato del proprio volo. Cosa che la compagnia raccomanda caldamente di fare prima di recarsi in aeroporto. Sempre cronaca di oggi l'infelice fuori programma avvenuto nel corso della riunione di stamattina a Parigi del comitato centrale d'impresa Air France, che ha visto centinaia di dipendenti invadere la sede centrale della compagnia, costringendo ad una fuga piuttosto rocambolesca Il capo delle risorse umane Xavier Broseta, e il direttore generale Pierre Plissonnier.

Nessun commento:

Posta un commento