venerdì 23 ottobre 2015

2 indagati inchiesta Girgenti acque

[Desto o son Sogno? Totò – Antonio de Curtis] La Procura di Sciacca ha notificato un avviso di conclusione delle indagini preliminari all'imprenditore Marco Campione, legale rappresentante di Girgenti Acque, e a Giuseppe Giuffrida membro del Cda. A Campione, la Procura contesta le ipotesi di reato di abuso di ufficio e truffa in concorso con Giuffrida. La Forestale e i carabinieri, che si sono occupati delle indagini, avrebbero accertato che Girgenti Acque - che si occupa della gestione del servizio idrico nell'Agrigentino - pur essendo a conoscenza della rottura del sistema fognario che dal centro abitato di Ribera (Ag) avrebbe dovuto convogliare i reflui verso il depuratore comunale di contrada Torre, non ha compiuto i lavori di riparazione della rete fognaria con il conseguente sversamento sul suolo ed in acque superficiali. Girgenti Acque, stando a quanto rileva la Procura, avrebbe anche preteso il pagamento da parte dei contribuenti dell'intero canone di depurazione, nonostante il mancato trattamento di gran parte dei reflui urbani che, a causa delle rotture non giungevano al depuratore comunale. 

1 commento:


  1. Dovranno rispondere di truffa aggravata davanti al Tribunale di Sciacca (Agrigento) i vertici di "Girgenti acque", la società che gestisce gli impianti idrici sul territorio provinciale. Il procuratore Roberta Buzzolani e il sostituto Carlo Boranga hanno firmato un atto di citazione diretta in giudizio, notificato al presidente Marco Campione e al direttore generale Giandomenico Ponzo. Il processo inizierà il prossimo 13 giugno. L'inchiesta verte sui canoni di depurazione caricati nelle bollette di utenti non serviti da alcun impianto. Sono almeno 150 le persone, residenti in contrada Ferraro, che secondo i magistrati avrebbero pagato negli ultimi tre anni somme non erano dovute, per una cifra calcolata in circa 50 mila euro. Le indagini sono scaturite da alcuni esposti presentati in procura. Intanto, Girgenti acque in una nota sottolinea di aver sempre operato correttamente e di aver fiducia nella magistratura.

    RispondiElimina