venerdì 25 settembre 2015

Punta Raisi in aumento i passeggeri

[Buttiu mortu faghet fossu. Goccia morta fa fossa, metaforicamente dicesi per uno che spende poco a poco, o di uno che fa male poco per volta. Frase sarda] Il cda dell'Enac ha preso in esame la situazione relativa all'andamento economico-finanziario e allo sviluppo degli investimenti infrastrutturali nell'Aeroporto di Palermo e, "nel ribadire la necessità di realizzare, su tutti gli aeroporti, gli investimenti previsti dai contratti di programma rispettando anche i tempi di realizzazione, ha espresso preoccupazione in merito alla situazione emersa a proposito dell'Aeroporto Falcone Borsellino e ai ritardi nello sviluppo degli investimenti". "Il consiglio, pertanto - si legge nella nota -, ha invitato le strutture dell'Ente competenti in materia a continuare le verifiche per definire in breve tempo un quadro certo della situazione e delle azioni da intraprendere, tenendo conto del ritardo che si è accumulato in termini di investimenti e di relativo sviluppo dello scalo".  I passeggeri in transito per l'aeroporto di Punta Raisi entro dicembre 2015 raggiungeranno quota 4,8 milioni contro i 4, 54 dello scorso anno, con un incremento di circa 300 mila utenti rispetto allo stesso periodo del 2014. Di questi, circa un milione saranno passeggeri internazionali". Lo ha detto il presidente della Gesap Fabio Giambrone a margine della conferenza stampa di presentazione dei nuovi voli operati da Volotea la prossima estate. Dunque, per rispondere alle esigenze dei passeggeri che continuano a crescere ma anche delle famiglie che viaggiano, lo scalo si sta rifacendo il look. Entro dicembre sarà realizzata un'area gioco dedicata ai più piccoli e una sala per l'allattamento per le mamme viaggiatrici. Gli uffici della Gesap, la società che gestisce l'aeroporto palermitano, entro l'anno saranno trasferiti nella nuova Palazzina servizi, dove già sono stati ultimati i lavori di ristrutturazione; al posto degli uffici, in un'area di circa 400 metri quadrati saranno aperti nuovi negozi. Palermo sale e Catania scende. Si riassume così il traffico estivo negli aeroporti siciliani. Il bilancio è dell’Enac da cui si evince che mentre Punta Raisi è in forte crescita, Fontanarossa e Birgi perdono clienti. Nel bimestre luglio-agosto il "Falcone e Borsellino" è passato da 1.067.370 passeggeri del 2014 a 1.129.531 con un incremento del 5,9%. A far parte con Palermo dei 13 scali italiani con più di tre milioni di passeggeri annui c'è anche Catania che in termini assoluti ha registrato più passeggeri di Palermo nei due mesi estivi ma che è l'unico fra i 13 aeroporti a fare registrare un trend negativo, a -8% con 1.543.820 passeggeri trasportati rispetto a 1.682692 del 2014. Bene gli scali di Lampedusa (+4% con 82.477 passeggeri in due mesi) e soprattutto Pantelleria a +8,2% e 50.167 passeggeri. Stabile Comiso che perde appena lo 0,85% con 75.080 passeggeri mentre Trapani perde 4% con 360.443 passeggeri rispetto ai 376.526 del 2014. A luglio e agosto, il traffico passeggeri negli aeroporti italiani ha segnato un andamento "particolarmente positivo". Secondo i dati dell'Enac, infatti, in questo periodo la variazione media del traffico passeggeri nei 36 aeroporti italiani ha segnato un +3,9% rispetto ai due principali mesi estivi dello scorso anno. Nonostante l'incendio, anche l'aeroporto di Fiumicino ha riportato un aumento del traffico del 4,7%, mentre Milano Malpensa ha segnato +3,1%. I tredici maggiori aeroporti italiani (quelli che superano i 3 milioni di passeggeri) in media hanno visto aumentare il traffico passeggeri nei mesi di luglio e agosto del 2015 di circa il 7% rispetto allo scorso anno, con esclusione di Catania che ha registrato invece un calo dell'8%. La performance migliore è quella dell'aeroporto di Crotone che ha raggiunto una crescita del 491% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Bene anche Ciampino, con un aumento passeggeri del 25,4% e Perugia con +22%. Secondo l'Enac sono anche diminuite le segnalazioni di ritardi e cancellazioni ma sono aumentate quelle per negato imbarco e mancata informazione sui diritti dei passeggeri, queste ultime quadruplicate.

Nessun commento:

Posta un commento