domenica 27 settembre 2015

I pentiti della Gh Palermo

[Quie torrat s’anzenu, est padronu de sa buscia anzena. Chi restituisce l’altrui è padrone della borsa altrui. Nel senso che tante volte manca la buona fede, e si restituisce per poi ingannare. Frase sarda] Gli italiani sono un popolo strano, si lamentano sempre, tutto, per loro, va male. Per esempio, la giustizia non funziona, lenta, nessuno, alla fine, va in carcere. Qualcuno dei 37 della Gh che a Palermo hanno vinto la causa per passare a otto ore sembrerebbe avere cambiato idea, sarebbe propenso di accettare la controproposta che in questi giorni chi è stato condannato ha formulato. Dal 2010 si lamentano di essere stati vessati, sfruttati, hanno accusato i sindacalisti aeroportuali di essere collusi con l'azienda ... Alla fine una minoranza avrebbe deciso di accordarsi. Sul tavolo la Gh ha messo due opzioni. Ipotesi a): 40% dell'importi presunti del ctu più contributi INPS a carico dell'azienda più fondo previdenziale integrativa PREVAIR a lordo dei contributi a carico del lavoratore e IRPRF. Tale somma sarà suddivisa in 5 rate in cui l'ultima sarà quella relativa al versamento PREVAIR. IPOTESI B): 49,2% dell'importo presunto del ctu più contributi INPS a carico dell'azienda, tale somma totale al lordo dei contributi a carico del lavoratore e IRPEF. Tale somma sarà suddivisa sempre in 5 rate. Passaggio a 8 ore da ottobre 2016  e rinunzia al ricorso in essere.   Per quale motivo l'azienda non ha voluto accettare l'accordo proposto in tribunale che parlava chiaramente del 50% da versare del presunto importo del ctu? Sembrerebbe che chi è stato condannato abbia ribaltato le regole di ingaggio dettando le nuove condizioni.

Nessun commento:

Posta un commento