mercoledì 29 luglio 2015

Mullah Omar muore di nuovo


[C'è chi può e chi non può: io può. Totò – Antonio De Curtis]Nella lista nera del terrorismo internazionale dal 2001, sulla testa del mullah Omar pende una taglia da 10 milioni di dollari del dipartimento di Stato americano perché accusato di aver dato protezione a Osama Bin Laden, e alla rete terroristica di Al-Qaida, prima e dopo gli attentati dell'11 settembre 2001. Le sue tracce si perdono proprio 14 anni fa. Le apparizioni si limitano a messaggi affidati alla rete. Da un paio d’anni circolavano voci secondo le quali Mullah Omar era stato ucciso nel corso di un attacco. Voci però smentite dalle stesse autorità talebane. Il capo militare e religioso sarebbe stato favorevole alla prosecuzione delle difficili trattative per la pace in corso in Afghanistan. Per venerdì prossimo è previsto a Islamabad il secondo round di colloqui fra emissari dei Talebani ed esponenti del governo di Kabul per l’avvio del negoziato. Peraltro fonti pachistane ipotizzano speculazioni per disturbare un possibile negoziato.Il governo afgano sta esaminando le "notizie" sulla presunta morte del mullah Omar. Lo ha reso noto uno dei portavoce del presidente Ashraf Ghani. Dai talebani non è arrivato un commento sulla sorte della loro guida spirituale, data per morta diverse altre volte."Le stiamo controllando, e quando le avremo verificate, informeremo il popolo afgano e i media", ha detto. Secondo una fonte della sicurezza pachistana invece si tratta di "speculazioni" per ostacolare i negoziati tra talebani e Kabul. Un razzo, probabilmente sparato da un drone Usa, ha centrato in pieno l'auto su cui viaggiava nella provincia di Helmad il Mullah Abdul Rauf, considerato il responsabile dello Stato islamico (Isis) nel sud dell'Afghanistan. Lo hanno reso noto i servizi di intelligence (Nds) a Kabul. Il leader supremo dei talebani, il Mullah Omar, "è stato ucciso". Lo ha comunicato oggi un funzionario del governo afghano a 1TvNews. L'emittente ha aggiunto che la notizia del decesso di Omar è stata confermata durante una riunione dei vertici della sicurezza afghana. Le voci sulla possibile morte della guida spirituale dei talebani si sono moltiplicate negli ultimi mesi anche se il sito web dell'Emirato islamico dell'Afghanistan continua a pubblicare suoi messaggi, come quello di una decina di giorni in cui si appoggia l'ipotesi di un dialogo fra gli insorti e rappresentanti del governo del presidente Ashraf Ghani.

Nessun commento:

Posta un commento