lunedì 23 febbraio 2015

Equation, il gruppo Usa che spia pc

[Cu joca sulu non si 'ncazza mai. Chi gioca da solo non si incavola mai.  Frase calabrese] Gli Stati Uniti avrebbero ideato un sistema di sorveglianza permanente, capace persino di spiare e sabotare computer e network all'estero, soprattutto in Paesi come Iran, Russia, Cina, Pakistan e Afghanistan - monitorati con attenzione dalle agenzie d'intelligence - grazie a un malware inserito direttamente nei dischi rigidi di diversi produttori di computer, tra cui Western Digital, Toshiba, Ibm e Samsung. Un'azione superiore a quella di qualsiasi altro gruppo hacker “in termini di complessità e sofisticatezza”; una minaccia attiva almeno da 14 anni, individuata dall'azienda russa Kaspersky Lab, portata dal gruppo Equation, che non sarebbe altro - l'accusa non è diretta, ma velata - che la National Security Agency (Nsa) statunitense, insieme alla sua controparte militare, lo United States Cyber Command. A parlarne è il New York Times.

Nessun commento:

Posta un commento