domenica 26 ottobre 2014

Urne aperte in Tunisia

[Dimenticare in modo efficiente è fondamentale per avere una memoria efficiente. Jessica Marhall] Urne aperte anche in Tunisia, oggi, per le prime elezioni legislative dalla primavera della rivoluzione del 2001. Imponente l'apparato di sicurezza per questo scrutinio cruciale per il futuro del paese e per gli equilibri di tutto l'area mediterranea. I seggi chiuderanno alle 19 ora italiana. La campagna per il voto, che sarà seguito il 23 novembre dalle elezioni presidenziali, è stata sottotono ma pacifica, in un paese che ha perduto le grandi speranze della primavera del 2011. Secondo gli osservatori due sono i partiti favoriti: gli islamisti di Ennahda, al potere da inizio 2012 a inizio 2014, e i loro principali sfidanti, Nidaa Tounes, formazione eterogenea che mette insieme antichi oppositori del dittatore Zine El Abidine Ben Ali con alcuni notabili del vecchio regime. Quasi 5,3 milioni di elettori sono chiamati alle urne in 33 circoscrizioni per eleggere con il sistema proporzionale 217 deputati, su circa 1.300 liste di candidati.

1 commento:

  1. Gli exit poll confermano l'avanzata dei laici di Nidaa Tounes nei confronti degli islamici di Ennhadha. Secondo il sondaggio realizzato da Mourakiboun con il metodo PVT (Parallel voting tabulation) in 27 circoscrizioni, Nidaa Tounes sarebbe in testa alle preferenze con il 37,1% seguito da Ennahdha con il 27,9%. Terzo partito l'Union patriotique libre (UPL) di Slim Rihai, il Berlusconi tunisino, con il 4,4%. A seguire il Front populaire con il 3,7%, CPR e Attayar, con il 2% entrambi. Al-Joumhouri e Tayar El Mahaba settimi ed ottavi con l'1,6% e l'1,1% delle preferenze. Si votava con il metodo proporzionale per circoscrizioni e la legge elettorale non prevede alcuna soglia di sbarramento.I risultati ufficiali saranno resi noti entro 72 ore dall'inizio dello spoglio. L'Isie (Istanza superiore indipendente per le elezioni) ha reso noto il tasso di partecipazione alle elezioni: 59,99%, in aumento rispetto al poco più del 50 per cento della tornata elettorale precedente. Ennahdha evoca possibili frodi. 


    RispondiElimina