mercoledì 28 agosto 2013

118 A PUNTA RAISI?

[Il sesso è come il bridge. Se non hai un buon partner, spera almeno in una buona mano  Woody Allen] Leggo nel mese di agosto su internet che a  seguito di richiesta dell’ ARNAS Civico Di Cristina Benfratelli, si profila l’opportunità per il personale  SEUS di prendere parte al servizio di accompagnamento e assistenza diretta ai passeggeri con disabilità e  mobilità ridotta nel trasporto aereo (PRM) presso l’Aeroporto Internazionale “Falcone Borsellino”  di  Palermo.  Pertanto la SEUS SCpA ha la necessità di individuare circa 30 unità di personale da destinare al predetto servizio. Il personale che verrà impiegato nel servizio, manterrà l’attuale livello contrattuale e  retributivo. A tale proposito, la SEUS SCpA, invita tutti i Dipendenti A/S della provincia di Palermo a manifestare la  propria adesione volontaria all’opportunità sopra indicata. Le candidature dovranno essere effettuate utilizzando il modello in allegato, con accluso documento  d’identità, ed inviate all’indirizzo e-mail: risorse@118sicilia.it entro le ore 24 del 19 agosto 2013. Per eventuali comunicazioni contattare l’Ufficio “ Coordinamento, Sviluppo, Formazione e Comunicazione” dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle 13.00 ai seguenti numeri: 095/75279116. Non abbiamo sentito, letto nessuna smentita da parte della Gesap. Il nuovo presidente della Gesap aveva promesso che una nuova stagione di relazioni sindacali stava per iniziare a Punta Raisi.  Questo silenzio ci fa capire che niente, forse, è cambiato.  Gli attuali operatori gh che garantiscono il servizio, e che poi sono la maggioranza dei par time che hanno fatto causa alla gh, non sanno se continueranno questo servizio oppure ritorneranno in prima linea. Gli ex Uges, buttati fuori da Punta Raisi a febbraio, si vedrebbero travolti dagli eventi, anche loro hanno fatto causa alla Gh e alla Gesap aspettano la causa. In aeroporto gira la voce che i primi di settembre il 118 gestirà la sala amica con 30 ex autisti di ambulanze e 20 portantini. Tutti messi in regola  con stipendi non inferiori, mediamente,  a 1.400 euro al mese e la gara d’appalto sarebbe stata aggiudicata con una contropartita di 500 mila euro all’anno, se le cose stanno così il 118 non guadagnerebbe un euro, anzi.  

5 commenti:

  1. Ricordiamo anche che c'è chi non ha fatto causa a GH e GESAP ma solamente al cosi detto Capitano Dott. Tommaso Zirilli . L'informazione diamola tutta Castrenze .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che vuoi dire, che sei sta brava/o cosi non ti inimichi i vertici di GH E GESAP o qualche sindacalista o padrino. Sei convinta che cosi facendo sarai la prima/o ad entrare, lo sai che ci guadagni facendo il leccaculo, un grande calcio e un togliti dai coglioni. Chiunque tu sia sei una persona senza spina dorsale mi vergogno di essere stata una tua collega.

      Elimina
  2. E meno male che la sala amica doveva essere gestita interamente dalla gh...adesso si parla di gara d'appalto....118....mah? Sono soltanto dei buffoni! Sempre più indignata da questa politica che vige in aeroporto....e siccome io nn ho bisogno di nascondermi dietro un anonimato mi firmo con nome e cognome! Fava M.Rita ex uges.

    RispondiElimina
  3. Cara M.rita, del resto si sapeva come andava a finire, ed appunto per questo mi sono rifiutato di finire il mio lavoro nelle mani di queste "care" persone...Antonio l.Orlando!Ex UGES, e ,come tale, mi vanto di aver aiutato centinaia di persone in questi 10 anni passati in Aeroporto!

    RispondiElimina
  4. leggo che daranno stipendi di 1400 euro al mese e saranno tutti messi in regola.....e noi che prendevamo 350 euro? eravamo dei polli da spennare e qualcuno si arricchiva alle nostre spalle, siete tutti venduti. sono solo contento che ho fatto del bene a gente bisognosa

    RispondiElimina