giovedì 22 marzo 2012

Nuovo piano aeroporti per l’Italia


[Non di solo pane vive l'uomo.  Deuteronomio]  Utili in calo nel 2012 per le compagnie aeree a causa del prezzo del greggio. Secondo le previsioni della Iata (International Air Trasport Association) quest'anno l'industria del trasporto aereo registrerà utili per 3 miliardi di euro con un margine dello 0,5%, in calo rispetto agli utili registrati del 2011 pari a 7,9 miliardi. “Stiamo studiando il Piano nazionale degli aeroporti che penso vedrà la luce entro breve tempo”. Lo ha detto il vice ministro delle infrastrutture e dei trasporti Mario Ciaccia. Ciaccia ha anche detto di sperare che “nelle prossime settimane ci possa essere, per i principali tre aeroporti di sistema, quello milanese, quello veneziano e quello romano, la firma dell'accordo in deroga”. Come sarà il nuovo piano per gli aeroporti italiani possiamo solo immaginarlo. Una mega riforma che non andrà a toccare interessi politico clientelari annidati in ogni aeroporto italiano, tutto come prima: con i gestori che comandano e l’Enac che li asseconda. 

Nessun commento:

Posta un commento