sabato 26 novembre 2011

ANCORA SENZA GOVERNO IL BELGIO

[C’è un solo bene: il sapere. E un solo male: l’ignoranza. Socrate] Standard & Poor's ha tagliato il rating del Belgio portandolo ad 'AA' da 'AA+'. L'outlook è negativo. S&P ha motivato la decisione di abbassare il rating di un gradino con i rischi che gravano sul settore finanziario che potrebbe aver bisogno di aiuti da parte del governo. Prospettiva che crea preoccupazione sui conti pubblici. Per il 2011, l'agenzia prevede che “il deficit del Belgio sarà intorno al 3,6% del Pil” in considerazione di “una crescita economica di circa il 2%”. Dopo che i negoziatori hanno trovato l'accordo sul budget del Belgio, dando il via libera alla formazione di un governo, il re ha incaricato Elio Di Rupo, leader socialista, di formare un governo “il prima possibile”. È quanto comunica il palazzo reale in un comunicato. I negoziatori hanno lavorato tutta la notte, messi sotto pressione dal downgrade di Standard & Poor's. Il premier uscente Yves Leterme aveva fatto appello per un accordo prima di lunedì. Gli europei hanno più paura della crisi economica che del terrorismo: è quanto emerge da un sondaggio di Eurobarometro. Alla domanda su quale sia la maggiore preoccupazione, il 34% degli intervistati ha risposto la crisi finanziaria e il 33% il terrorismo. I più spaventati dalla situazione economica sono senza sorprese il 61% degli irlandesi, il 57% degli spagnoli e il 56% dei greci. In Italia si arriva al 44%, mentre la seconda preoccupazione è il crimine organizzato con il 31%.

Nessun commento:

Posta un commento