sabato 5 febbraio 2011

Le minchiate di Alitalia

[SE C’E’ UNA COSA PER CUI VALE LA PENA IMPEGNARSI, E’ CERCARE OGNI GIORNO DI ESSERE SE STESSI. Annarosa Pacini]
Passeggeri in crescita del 7,4%, nel 2010, per Alitalia: l'anno scorso la compagnia ha trasportato 23,4 milioni di passeggeri, 1,6 milioni in più rispetto al 2009. Il coefficiente di riempimento dei voli è stato del 70,5%, più 5 punti sull'anno precedente. Dati che collocano la compagnia di bandiera tra quelle a più elevato tasso di crescita in Europa nei primi 11 mesi dell'anno. Nel periodo l'aumento di Alitalia (+7,4%) è stato quasi il triplo del totale delle compagnie dell'Aea (+2,7%). Però malgrado i risultati conseguiti la Cai ha intenzione di ridurre di 2.000 lavoratori tra cui 600 precari. Sono queste le cifre del piano di ridimensionamento di Alitalia, da attuare entro dicembre prossimo, che sarebbe allo studio di Rocco Sabelli e Roberto Colaninno, secondo quanto anticipato dal Corriere della Sera. Oggi l'ex compagnia di bandiera conta 14 mila dipendenti, rispetto ai 12.600 programmati. I dipendenti in più sarebbero quindi circa 1.400, secondo altre ipotesi 1.200. A questi andrebbero aggiunti 600 precari da non rinnovare.

Nessun commento:

Posta un commento