sabato 18 dicembre 2010

Moody's declassa Irlanda

[IL LIBERO COMMERCIO NON È UN PRINCIPIO, MA UN ESPEDIENTE. Benjamin Disraeli]
Moody's ha tagliato il rating dell'Irlanda da Aa2 a Baa1. L'outlook, secondo quanto riporta Bloomberg, è negativo.La decisione dell'agenzia di rating nasce dall'aumentata incertezza economica del Paese, oltre che dal calo della solidità finanziaria del Governo. Una debolezza che, spiega Moody's nella nota, potrebbe ulteriormente peggiorare nel caso in cui la crescita dovesse dimostrarsi inferiore a quanto previsto e se i costi per riportare la stabilità nel sistema bancario nazionale dovessero superare le stime. Moody's ha così concluso la revisione del rating irlandese, avviata lo scorso 5 ottobre e che, aveva già annunciato l'agenzia, avrebbe portato con ogni probabilità ad un taglio del merito creditizio di più gradini (da Aa2 a Baa1 sono ben cinque), confermando comunque il livello 'investment grade' al rating di Dublino. Con questo 'maxi-taglio', però, mancano solo ormai tre livelli ai titoli di Stato irlandesi prima di entrare nel campo dei 'junk bond', ovvero 'titoli spazzatura'. Moody's ha inoltre tagliato da Prime-1 a Prime-2 il rating sui titoli di debito a breve termine. Le sei banche irlandesi nazionalizzate dal governo di Dublino potrebbero aver bisogno di oltre 90 miliardi di euro di finanziamenti da parte della Bce, più altri 40 miliardi da parte della Banca centrale irlandese. È quanto stima Moody's dopo aver tagliato il rating dell'Irlanda di cinque gradini, da Aa2 a Baa1

Nessun commento:

Posta un commento