mercoledì 29 dicembre 2010

Bus cannibalizzati all’Amat?

[SE TI FERMI OGNI VOLTA CHE UN CANE ABBAIA, NON FINIRAI MAI LA TUA STRADA. Proverbio arabo]
UN CIMITERO di autobus in viale dell' Olimpo: il capogruppo di Italia dei valori Fabrizio Ferrandelli attacca l' Amat che, a due passi dallo Zen, ha sistemato in un deposito circa cento autobus "cannibalizzati", cioè quelli guasti da cui si prendono i pezzi di ricambio. «L' Amat sostiene che in via dell' Olimpo ci siano solo 30 bus: una falsità che chiunque a occhio nudo può constatare. Tra i mezzi abbandonati, oltre un centinaio, giacciono almeno da sette anni anche i famosi "Pollicino" e numerosi autobus elettrici che sarebbero fondamentali per la mobilità palermitana; in più molti mezzi vengono usati come pezzi di ricambio per altri automezzi, diventando così inservibili. Invierò copia di tutto questo alla Corte dei conti». «I bus ormai inutilizzabili sono in via dell' Olimpo perché rottamarli ci costerebbe da 2 a 5 mila euro a bus mentre noi abbiamo scelto di darli in cambio dei nuovi mezzi che stiamo per acquistare così da risparmiare - replica il presidente dell' Amat Mario Bellavista - Ferrandelli non sa di che parla: abbiamo appena rimesso in funzione con la nostra manodopera tre dei quindici bus ibridi, acquistati ai tempi di Orlando, che erano stati poi dismessi. Per gli altri stiamo lavorando».

Nessun commento:

Posta un commento