martedì 15 giugno 2010

Contro la Fiat Cobas e Fiom

[IL NOSTRO PEGGIORE NEMICO E' LA NOIA. Voltaire]
"Quello siglato è un accordo che non ha nessuna tenuta giuridica": è quanto sostiene Vittorio Granillo, del coordinamento nazionale dello Slai Cobas, commentando la sigla da parte di Fim, Fismic e Uilm, all'accordo con la Fiat per la produzione della Panda a Pomigliano d'Arco (Napoli). "I diritti individuali dei lavoratori - spiega Granillo - derivano da normative superiori a quelli contrattuali collettivi. Quindi l'accordo non ha tenuta giuridica, come avevamo già denunciato e ne discuteremo durante l'assemblea che abbiamo convocato per sabato 18 nella nostra sede di Pomigliano". Accordo separato per il futuro della Fiat di Pomigliano: la proposta sottoposta dall'azienda ai sindacati è stata accettata da Fim-Cisl, Uilm, Ugl e Fismic mentre si riserva un giudizio la Fiom. L'accordo a quanto riferito dai sindacati al termine della riunione verrà sottoposto ad un referendum tra i lavoratori. La Fiat ha detto che si riserva una decisione sugli investimenti se non c'é la firma di tutti". Lo ha detto il segretario generale della Fiom Maurizio Landini commentando quello che a suo giudizio "non è ancora un accordo separato ma solo un'adesione ad un testo presentato dalla Fiat". Anche sulla volontà dei sindacati che hanno aderito di sottoporre la proposta Fiat ad un referendum Landini ha sottolineato che: "Vogliono far votare ai lavoratori non un accordo sindacale ma una proposta aziendale che deroga sul contratto e sulle leggi dello Stato". La Fiom-Cgil ritiene 'non sia possibile firmare quel testo'.L'ha detto il segretario Maurizio Landini sull'accordo per Pomigliano D'Arco.Fiom ritiene impossibile firmare rilevandovi 'profili di illegittimita''.Sul referendum, Landini dice che per la Fiom 'è impossibile sottoporre a voto accordi che violano contratti e Costituzione'. Poi ripropone:'Si applichi il contratto nazionale che consente di lavorare con 18 turni di lavoro settimanale e 40 ore di straordinario in piu''.

Nessun commento:

Posta un commento