mercoledì 28 aprile 2010

Portogallo prossima vittima

[CHI SA CAPIRE TUTTO E' MOLTO FELICE.Maksim Gor'hij]
Il Portogallo rischia di essere il prossimo paese dell'area euro a soccombere sotto il peso dei debiti, dopo la Grecia. I credit default swaps sul debito del paese Lusitano sono aumentati oggi di 33,5 punti a 344,5 punti mentre il differenziale di rendimento dei titoli di stato a dieci anni rispetto ai corrispondenti bund tedeschi è salito di 34 punti base a 252 punti, segnando i massimi dal 1997, secondo i dati di Bloomberg. Mentre il debito portoghese, pari al 77% del Pil, è in linea con quello della Francia, a preoccupare gli investitori, spiegano gli analisti, è il debito delle imprese e delle famiglie portoghesi che rappresenta il 236% del Pil ed è superiore a quello di Grecia e Italia messe insieme. Al tempo stesso il tasso di risparmio del paese è il quarto più basso tra i paesi dell'Ocse, secondo i dati della stessa organizzazione. "Gli investitori potrebbero liberarsi dei titoli di stato portoghesi per proteggersi da un eventuale default del paese, facendo schizzare i rendimenti dei bond e spingendo Lisbona in quello stesso tunnel dove si trova Atene". Il differenziale di tasso fra i titoli greci e quelli tedeschi a due anni saliva fino al 9,2 per cento, quello dei portoghesi al 2 per cento. Segno che il mercato ha già scelto la prossima vittima e, a meno di novità consistenti nel weekend (quando di solito vengono organizzati i vertici di emergenza dell'Unione europea), lunedì attaccherà la giugulare del sistema finanziario portoghese.

Nessun commento:

Posta un commento