domenica 27 settembre 2009

LA GESAP AI PRIVATI?

[A VOLTE MI SEMBRA DI PARLARE AI MURI. Giò Ponti]
A parole tutti vorrebbero vendere la Gesap, creare un’azienda snella che possa stare sul mercato internazionale. Possibilmente quotare la Gesap spa anche a Piazza Affari. Se ne parla dal 2000, senza però realizzare niente di concreto. Una Gesap gestita da privati andrebbe a denunciare, ancor prima di arrivare a Punta Raisi, tutti i presidenti, a.d., direttori generali … che si sono succeduti in tutti questi anni nella gestione di questo carrozzone politico – amministrativo – clientelare chiamato Gesap. Il programma di privatizzazione prevede in una prima fase l'espletamento di una gara per la selezione dell'advisor che dovrà assistere la Gesap negli aspetti amministrativi, fiscali, legali per procedere successivamente all'attuazione del progetto. In attesa di avviare il processo di privatizzazione. Il processo di privatizzazione, per il quale la Gesap intende ripercorrere la strada seguita da AdF. La mancanza della concessione per la gestione totale quarantennale ha frenato sulla strada della privatizzazione. Oggi la gestione quarantennale è un fatto acquisito. "Per questo abbiamo deciso di passare prima per la Borsa: una strada più lunga ma che ci consentirà comunque di raggiungere il nostro obiettivo''. Una volta approdata a Piazza Affari e con in tasca la gestione quarantennale si passerà alla privatizzazione vera e propria con la cessione delle quote da parte degli Enti pubblici che oggi controllano il 98% del capitale. Questi erano i progetti amministrativi in cantiere della passata dirigenza Gesap, che aveva come leader Maniscalco. Manager, a che punto sono i progetti?

Nessun commento:

Posta un commento