mercoledì 17 giugno 2009

MORETTI POLEGATO RILEVA DIADORA

[Il meglio che uno possa fare quando è in questo mondo è uscirne. Pazzo o non pazzo, con o senza paura. Celine]
Mario Moretti Polegato, patron della Geox, ha rilevato gli asset della Diadora con l'obiettivo di rilanciare il marchio. Lo comunica la stessa Diadora in una nota. 'A seguito della procedura di valutazione delle tre offerte pervenute - spiega Franco Fasolato, presidente del consiglio di amministrazione - nell'ambito della proposta di concordato preventivo di imminente presentazione, abbiamo selezionato l'offerta per l'avvio di una negoziazione conclusiva'. Mario Moretti Polegato (Crocetta del Montello, 1952) è un imprenditore italiano, attivo nel settore delle calzature tramite l'azienda Geox da lui fondata e presieduta. Il suo patrimonio personale è stimato in circa 2,9 miliardi di dollari, questo lo rende il quinto uomo più ricco d'Italia (a pari merito con i singoli membri della famiglia Benetton) ed è al numero 396 della classifica degli uomini più ricchi del mondo. Nasce a Crocetta del Montello, in una famiglia di imprenditori attivi nel settore agricolo e vitivinicolo, a causa dell'attività di famiglia intraprende e termina gli studi da enologo, dopo questi consegue la laurea in giurisprudenza, l’imprenditore veneto si dedica prima alle attività di famiglia, impegnata nel settore agricolo da tre generazioni. Poi, a metà degli anni Novanta, comincia a pensare all'idea di commercializzare un nuovo tipo di suola in gomma forata, decide di intraprendere una nuova avventura e crea appunto la Geox, oggi conosciuta nel mondo come la scarpa che respira. Mario Moretti Polegato ricopre la carica di presidente del Gruppo Geox da lui fondato, leader in italia nella produzione di scarpe comfort nel settore lifestyle-casual attualmente dà lavoro a circa 5000 persone (tra diretti ed indiretti) e produce ed esporta i suoi prodotti in 68 paesi. Per la sua azienda ha scelto il nome Geox, l’origine di questo nome va ricercata nella fusione delle parole geo(terra in greco), sulla quale tutti camminano, ed x, lettera che simboleggia nell'immaginario collettivo la tecnologia, quindi la ditta fin dal nome propone il suo monito di innovare il mercato delle scarpe. Questo è testimoniato dal fatto che annualmente Geox investe circa il 3% del proprio fatturato nella ricerca e nella sperimentazione di nuove idee per l'innovazione nel mercato. Dopo aver ottenuto un grande successo nel settore calzaturiero Geox ha usato il proprio marchio per produrre altri capi di abbigliamento. Nel 2004 ha quotato la sua azienda in borsa, sulla piazza di Milano.

Nessun commento:

Posta un commento