sabato 14 luglio 2018

Effe effe summer Aviapartner Palermo

[L'arte di dare agli ospiti la sensazione di essere a casa propria, mentre ci si augura che lo fossero.  Anonimo] Alla fine anche Russo è andato via dalla uil. Dopo Matteo anche Santino ha mollato.  Alla uil, in Aviapartner resta come rsa Villa e fumo di Londra (il primo ros effettivo, l’altro effe effe) che eseguono, diligentemente,  gli ordini del vero rsa occulto, superMario.   Non metto in dubbio che come sindacalista superMario potrebbe avere un futuro, lasciando i turni a qualcun altro più bravo di lui, ma si sa i turni sono potere ... Insomma se il diavolo fa le pentole, Aviapartner mette il coperchio. Se diventi capo squadra e perché  l’azienda, principalmente,  riconosce che i nominati curano gli interessi principalmente  dell’azienda,poi, con molta calma, vengono i lavoratori. Dal primo di luglio fumo di Londra(uil) e cane morto (cisal) sono stati nominati ros effe effe, fino a tutto settembre. Ma attenzione i nuovi effe effe non saranno mai pretoriani! Se Villa è sindacalista allora possiamo anche credere nella verginità di Cicciolina, dovrebbe insieme ai due effe effe dare le dimissioni di rsa e restare semplici iscritti, solo per un problema di correttezza e deontologia, ma in apt l’ignoranza non è una colpa ma un punto di forza. Faranno di tutto loro, insieme agli altri campioni, di fare partire i voli puntuali e poi andranno a discutere le problematiche sindacali con l’azienda. A Tamburri non sembra vero avere trovato, a Palermo, tanti bischeri, tutti insieme. Come piombo, anche lui effe effe summer, che ha ottenuto il quinto livello che gli spettava da anni, ma non gli arretrati. Probabilmente su consiglio di superMario ha eccettuato facendo un ulteriore regalo all’azienda. Mai il detto dimmi chi tratti e ti dirò chi sei rispecchia questa vicenda umana.

Riapre il teatro Galli Rimini

[Le cose che si possono fare si fanno, tutte le altre non si fanno. Anonimo] IlTeatro Galli di Rimini riapre il 28 ottobre dopo 75 anni, distrutto dalla guerra e ora giunto alla conclusione dei lavori di ripristino. Lo annuncia il sindaco Andrea Gnassi. L'inaugurazione è con la mezzosoprano Cecilia Bartoli nella Cenerentola di Rossini in forma semiscenica, accompagnata dai Musiciens du Prince. Ma per la fine del "grande incubo" di una città senza il suo teatro, il sindaco vuole che "tutti i riminesi" possano partecipare e l'inaugurazione sarà così "lunga due mesi", tra eventi, Sagra musicale malatestiana, prosa e artisti locali. Arriva quindi il 'Simon Boccanegra' diretto da Valerij Gergiev (10-11 dicembre), annunciato prima di una sorpresa che si apprenderà solo in agosto. Poi, dalla Sagra, 21 e 25 novembre Orchestra e Coro del Comunale di Bologna, direttore Mariotti; 30 novembre e 1 dicembre Orchestra e Coro del Regio di Torino per un galà diretto da Benzi; 5-6 dicembre la giovanile Cherubini per il 'Pas de deux' dell'etoile Svetlana Zakharova con il violinista Vadim Repin.

S. Camillo de Lellis, sacerdote

Nasce a Bucchiànico di Chieti nel 1550. Suo padre, marchese, uomo d'armi, morendo lascia al figlio l'eredità del suo coraggio e della sua spada. Il giovanotto, recatosi a Roma per curarsi una fastidiosa ulcera al piede, entra all'ospedale S. Giacomo, pagandosi la retta col lavoro come inserviente. Ha modo di vedere le inefficienze e gli nasce nel cuore il desiderio di poter fare qualcosa per i malati: diventa sacerdote e fonda la 'Compagnia dei Ministri degli Infermi'. Tornato a Roma una seconda volta per curarsi il piede, con spirito nuovo, si dedica a curare gli ammalati più gravi. La domenica e le poche ore di libertà le trascorre accanto a S. Filippo Neri, il cui influsso è determinante per l'opera alla quale egli sta per porre mano. E’ appena trascorso l'Anno santo del 1575, durante il quale i pochi ospedali romani si sono mostrati del tutto inadeguati a far fronte al ricovero di tanti pellegrini bisognosi di assistenza. Camillo de Lellis fonda allora la congregazione dei Ministri, cioè i servitori degli Infermi, perché il compito preciso dei membri della nuova congregazione è quello di votarsi alla cura spirituale e all'assistenza corporale degli ammalati. Per vent'anni guida come superiore generale i suoi religiosi, mai però disdegnando il servizio quotidiano agli ammalati. Muore il 14 luglio 1614. Altri santi: S. Ciro, S. Giusto, S. Guido, S. Liberto, S. Marciano.

venerdì 13 luglio 2018

S. Clelia Barbieri

Primogenita di Giuseppe Barbieri e Giacinta Nanetti, entrambi di povera condizione, nasce il 13 febbraio 1847 a La Budrie, una piccola frazione rurale di S. Giovanni in Persiceto, nella provincia di Bologna. Fin da ragazzina aiuta la madre nei lavori di casa e poi viene assunta dal parroco come domestica a ore in canonica. Una donna che sa irradiare pace, semplicità, modestia e dolcezza. Aiutata dal parroco presso cui presta servizio, si consacra in segreto a Dio. Le vicende politiche del tempo portano all'arresto di molti sacerdoti, tra cui il parroco e Clelia si trova ad affrontare grosse difficoltà. Si aggiunge poi la tubercolosi polmonare, da cui fortunatamente guarisce. Si dedica allora alla costituzione di un 'ritiro' per vivere insieme alle sue compagne, che sono diventate tre. Ostacoli di ogni genere, difficoltà economiche e grandi sacrifici caratterizzano la nascente istituzione a carattere laicale, le suore Minime dell'Addolorata che, infine, ha completo riconoscimento. Le giovani fanno sentire il loro benefico influsso prodigandosi per custodire ed educare i piccoli, visitare gli ammalati, assistere i moribondi. Ai primi del 1870 Clelia cade in una recidiva della tubercolosi e dopo pochi mesi muore, a soli 23 anni. Il 9 aprile 1989 Giovanni Paolo II la proclama santa. Altri santi: S. Anacleto, S. Enrico II, S. Giovanna Fernandez, S. Sila.

Street art a Montevago

[Ci sono certe cose dove l'occhio femminile vede sempre più acutamente di cento occhi maschili. Gotthold Ephraim Lessing] Arte e cultura per la rigenerazione urbana e il recupero della memoria a Montevago. Lavori in corso in questi giorni nel centro belicino per il progetto "Riscossa" promosso dalle associazioni Assae e La Smania Addosso e dall'Ordine dei Cavalieri di Montevago con il sostegno e il finanziamento del comune. Il muro esterno del campo sportivo Queen Elizabeth II di Montevago è il luogo dell'intervento di Street Art curato dall'Associazione CaravanSerai. A realizzare l'intervento gli artisti Collettivo Fx, I mangiatori di Patate, Luogo Comune e Zeno, i quali stanno lavorando per realizzare un'unica opera artistica che sia al contempo narrazione della memoria collettiva del sisma del '68 dell'area del Belìce e momento di confronto e riappropriazione di un luogo fortemente identitario della comunità. L'iniziativa, che ha preso il via lunedì 9 luglio, si concluderà domenica 15 luglio prossimo. A dare la prima pennellata è stato il sindaco Margherita La Rocca Ruvolo.

Crimine usa bitcoin

[La donna cattiva? C'è al mondo un'unica donna cattiva: peccato che ognuno ritenga tale la sua. Gotthold Ephraim Lessing] Non solo il contante e l'utilizzo dei paradisi fiscali, la criminalità organizzata ora ricorre anche "alle valute virtuali" per "il reinserimento dei proventi illeciti nell'economia regolamentata". E’ quanto afferma il direttore della Uif Claudio Clemente nel rapporto sul 2017 secondo cui le valute virtuali "si prestano anche a utilizzi illeciti o criminali, oltre ad esporre gli utenti a notevoli rischi di frode e perdite di valore". Il naturale esaurirsi della voluntary disclosure (scadenza il 2 ottobre 2017) ha fatto lievemente calare le segnalazioni di operazioni sospette alla Uif (unità di informazione finanziaria presso la Banca d'Italia) nel 2017. Secondo il rapporto presentato oggi sono state 93.820 che, al netto della voluntary, vedono un +9,7%. "Il primo semestre - afferma il direttore della Uif Claudio Clemente - con 50mila unità conferma la tendenza all'aumento".

E-Fan entro 2020

[La verità assoluta appartiene soltanto a Te. Gotthold Ephraim Lessing] Airbus, Rolls-Royce e Siemens hanno creato una partnership con l’obiettivo di sviluppare a breve termine un dimostratore di volo, che costituirà un importante passo avanti verso la propulsione ibrida-elettrica degli aerei di linea. Le tre aziende hanno annunciato questa collaborazione rivoluzionaria che riunisce i migliori esperti mondiali in materia di tecnologie elettriche e di propulsione presso la Royal Aeronautical Society di Londra.  Il volo del dimostratore tecnologico di propulsione ibrida E-Fan X è previsto per il 2020, dopo una campagna completa di prove al suolo che saranno condotte provvisoriamente su un aereo di prova BAe 146, su cui uno dei quattro reattori sarà stato sostituito da un motore elettrico da due megawatt. Verranno inoltre prese delle misure per sostituire una seconda turbina con un motore elettrico, una volta dimostrata la maturità del sistema. “L’E-Fan X costituisce una nuova tappa importante del nostro obiettivo di fare del volo elettrico una realtà in un futuro prossimo. Le lezioni che abbiamo appreso grazie a un lungo passato di dimostratori di volo elettrici, che è iniziato con il Cri-Cri, seguito dall’e-Genius e dall’E-Star e che ha raggiunto il culmine con l’E-Fan 1.2, unite ai frutti della collaborazione E-Aircraft System House con Siemens, apriranno la strada a un aereo di linea a corridoio singolo ibrido sicuro, efficiente ed economico. Vediamo nella propulsione ibrida una tecnologia convincente per il futuro dell’aviazione”, ha dichiarato Paul Eremenko, Chief Technology Officer di Airbus. Il dimostratore E-Fan X esplorerà le sfide poste dai sistemi di propulsione di grande potenza, quali gli effetti termici, la gestione della spinta elettrica, gli effetti dell’altitudine e della dinamica sui sistemi elettrici e le questioni di compatibilità elettromagnetica. L’obiettivo è quello di far avanzare e maturare la tecnologia, la performance, la sicurezza e l’affidabilità per favorire il rapido progresso delle tecnologie ibride. Inoltre, questo programma ha lo scopo di stabilire le future esigenze di certificazione degli aeromobili a propulsione elettrica formando, al contempo, una nuova generazione di progettisti e ingegneri in modo da contribuire a portare l’aviazione commerciale ibrida-elettrica più vicina alla realizzazione. Attraverso la loro partecipazione al programma E-Fan X, Airbus, Rolls-Royce e Siemens porteranno la loro vasta esperienza e competenze maturate nei loro rispettivi settori: Airbus sarà responsabile dell’integrazione globale oltre che dell’architettura di controllo del sistema di propulsione ibrido e delle batterie, e della sua integrazione con i comandi di volo. Rolls-Royce sarà responsabile dei motori turbo-albero, del generatore di due megawatt e dell’elettronica di potenza. Insieme ad Airbus, Rolls-Royce lavorerà sull’adattamento della ventola alla navicella esistente e al motore elettrico Siemens. Siemens consegnerà i motori elettrici di due megawatt e la loro centralina elettronica oltre all’invertitore, al convertitore DC/DC, e al sistema di distribuzione di potenza. Questo segnerà il culmine della collaborazione A-Aircraft Systems House fra Airbus e Siemens, iniziata nel 2016 e che ha come obiettivo lo sviluppo e la maturazione di diversi componenti dei sistemi a propulsione elettrica e la loro dimostrazione con diverse categorie di potenza. “L’E-Fan X ci permette di basarci sulla ricchezza della nostra competenza in campo elettrico per rivoluzionare il volo e accogliere la terza generazione dell’aviazione”, ha dichiarato Paul Stein, Chief Technology Officer di Rolls-Royce. “È una tappa appassionante per noi poiché questo progresso tecnologico consentirà a Rolls-Royce di creare il generatore volante più potente al mondo”. “Siemens fa progredire l’innovazione nei principali settori tecnologici alla massima velocità”, ha dichiarato Roland Busch, Chief Technology Officer di Siemens. “Nell’aprile 2016 la nostra collaborazione con Airbus ci ha consentito di inaugurare un nuovo capitolo nella mobilità elettrica. Con lo sviluppo della propulsione elettrica per gli aeromobili stiamo aprendo nuove prospettive per la nostra azienda, ma anche per i nostri clienti e per la società. La partnership E-Fan X ci consente ora di passare alla fase successiva per dimostrare le performance di queste tecnologie in volo”. La transizione verso un mezzo di trasporto dalle performance ambientali ottimizzate, più efficienti, e meno dipendenti dai combustibili fossili fa parte delle principali sfide poste dal settore dell’aviazione di oggi. I partner si sono impegnati a raggiungere gli obiettivi ambientali tecnici della UE contenuti nel rapporto Flightpath 2050 Vision for Aviation della Commissione Europea (riduzione delle emissioni di CO2 del 60%, riduzione delle emissioni di NOx del 90% e riduzione del rumore del 75%). Questi obiettivi non sono realizzabili con le tecnologie attualmente a nostra disposizione. È per questo che Airbus, Rolls-Royce e Siemens investono e si concentrano su lavori di ricerca in differenti ambiti tecnologici, nello specifico, nell’elettrificazione. Oggi la propulsione elettrica e la propulsione ibrida sono considerate fra le tecnologie più promettenti per rispondere a queste sfide.